Finale condizionato dagli infortuni, ma Aquile a testa alta con la propria identità | Il Punto

Scritto da  Giuseppe Mangialavori Apr 24, 2024
Questo articolo contiene parole
Il tempo di lettura è di circa minuti.
Livello di difficoltà di lettura:

Assenze pesanti, prima D'Andrea, poi Ghion, costretti a salutare in anticipo l'avventura giallorossa.  E venerdì il Pisa...

Contro la Cemonese una nuova dimostrazione di forza e solidità, anche difensiva, delle Aquile che hanno stretto alle corde la corazzata lombarda, scaltra nel rifugiarsi in una malcelata melina sin dalle prime battute del match. Una squadra quella di mister Stroppa che con l'inserimento di Falletti e Coda nei minuti finali ha dato il segnale della grande qualità che possiede come rosa. Ma solo la mancanza di cinismo e di precisione hanno tuttavia vietato al Catanzaro di battere una squadra di altra categoria, non fosse altro appunto per i nominativi che compongono la rosa.

Purtroppo quello che appare sempre più evidente, la scarsa attenzione arbitrale nel proteggere la qualità del gioco della formazione di mister Vivarini: accade infatti di assistere ad una gestione di cartellini un pò troppo "all'inglese", atteggiamento che di fatto autorizza un gioco duro dove a farne le spese sono i giocatori del Catanzaro, destinatari di pesanti interventi non sanzionati. Anche in questa occasione, infatti, il sig. Federico Dionisi poche volte o in modo tardivo ha utilizzato il cartellino giallo. Una tendenza che deve preoccupare non poco anche e soprattutto in ottica playoff per quanto, è vero, il Catanzaro riesca ad opporsi con il gioco anche ai "venti a sfavore", ma le assenze in questo finale di campionato iniziano a preoccupare e a rendersi pesanti.

Prima D'Andrea, ora Ghion che aveva dimostrato di poter rappresentare una grande pedina in ottica play off costretto a salutare in anticipo con tanta delusione:<<Mi devo fermare ancora, la stagione per me è finita nel peggior modo possibile. E' un momento difficile, ma sono sicuro che mi aiuterà a diventare più forte. Ringrazio tutte le persone che mi sono vicine>>. 

Mentre Ambrosino, autore di una splendida prestazione contro la Cremonese, è stato costretto ad uscire anzitempo per un'entrataccia neanche sanzionata: ora dobbiamo solo sperare che sia recuperato presto e bene vista la presenza in attacco di soluzioni sempre più risicate.

Necessario affrontare queste ultime gare con la giusta attenzione alla conquista di una posizione più vantaggiosa in graduatoria che concede qualche vantaggio nei playoff. Ma da qui alla fine della regular season siamo convinti che ne vedremo delle belle e il Catanzaro probabilmente dovrà migliorare su un aspetto, quello dei tiri dalla distanza che, si sa, in alcune gare possono rappresentare il classico jolly da tre punti. Donnarumma che continua ad essere l'oggetto misterioso della stagione, potrebbe sfruttare l’occasione e riscattare l'anonimo campionato disputato, quasi da "non pervenuto”, del tutto inspiegabilmente viste le credenziali di tutto rispetto con cui si era presentato.

Ma il calcio a volte è strano e, stringi stringi, ai nastri di partenza playoff si sta presentando quasi la stessa formazione che ha conquistato la cadetteria, con le uniche eccezione di Veroli e dei preziosi innesti del mercato invernale Petriccione e Antonini, quest’ultimo sempre più leader del reparto difensivo. Ma, ne siamo certi, il Mago di Ari saprà tesorizzare le risorse a propria disposizione per tentare di consegnare all’immenso Popolo giallorosso un sogno che accarezza da tanti anni. Non sarà affatto facile, ma comunque vada, sarà un successo.

Venerdì pronto il nuovo, l'ennesimo esodo stagionale, questa volta in terra toscana: il Pisa di Aquilani sarà una tappa difficile perché di fronte ci sarà una squadra affamata di punti utili playoff. Già a ruba i tagliandi destinati al settore ospiti, per un supporto che come al solito vedrà l’Arena Garibaldi-Romeo Anconetani invasa dai tifosi giallorossi. E il Catanzaro, con la sua precisa identità di gioco, sarà pronto a dire la sua, con l’auspicio che il risultato "penda" per le Aquile.

Avanti tutta Catanzaro!!

Devi effettuare il login per inviare commenti
Publycon - Advertising