Disperazione Renate, passa anche l'Avellino

Scritto da  Giu 03, 2021
1
Questo articolo contiene parole
Il tempo di lettura è di circa minuti.
Livello di difficoltà di lettura:

La vittoria dell’Albinoleffe a Catanzaro non è la sola sorpresa tra le gare di ritorno dei Quarti di Finale, per questi playoff di Serie C.

A dire il vero, ridurre a “sorpresa”, oramai, la compagine di Zaffaroni, è ingiusto, poiché ha meritato il passaggio del turno, al cospetto di un Catanzaro rabberciato dalle assenze, scarico e compassato che ha gettato alle ortiche anche stavolta il “doppio vantaggio” del risultato in casa. Una qualificazione meritata (senza aver brillato chissà quanto, va detto) come avvenuto a Modena, la scorsa settimana.


Ha dell’incredibile, dunque, quanto avvenuto all’Euganeo ed è altrettanto clamoroso che l’impresa riuscita al Renate non abbia sortito effetti in chiave qualificazione: il Padova si salva per il rotto della cuffia, con un gol al minuto 81’ che vale la Semifinale. Riavvolgendo il nastro, gli ospiti danno subito la sensazione di voler fare la partita e tentare l’impensabile, anche con la leggerezza mentale di non aver null’altro da perdere. Così il Renate va' vantaggio al 49’ con Galuppini che approfitta di un pasticcio difensivo. Pochi minuti dopo Kabashi (che aveva realizzato il penalty nel recupero, all’andata) trova un eurogol da trenta metri. La frittata combinata dal portiere Dini consegna il tris alle Pantere, con l’ex giallorosso Giovinco che insacca: apoteosi per gli uomini di Aimo Diana. Addirittura il Renate divora almeno due palle-gol nette che avrebbero chiuso la contesa ed arriva la beffa: Ronaldo Pompeu, altro ex giallorosso, sigla il gol con un preciso destro dal limite. Finisce 1-3, passa il Padova, disperazione per il Renate che sfiora soltanto il miracolo.


La prima squadra a qualificarsi, nel pomeriggio, è stata l’Alessandria, che ha battuto la Feralpisalò di misura, pareggiando l’1-0 dell’andata. Altro incrocio tra ex Catanzaro (come i due portieri in campo): nel recupero del primo tempo Arrighini salta più di tutti e porta in vantaggio i grigi. Lo stesso Arrighini fallisce a porta vuota, trovando il miracolo di De Lucia, che si ripeterà più tardi. A questa sfida era abbinata la partita delle Aquile: in Semifinale sarà quindi Alessandria – Albinoleffe.


L’Avellino perde a Bolzano ma in virtù della vittoria dell’andata si qualifica: gara in salita per gli irpini che restano in dieci nel primo tempo. il Sudtirol di Fischnaller colleziona occasioni da gol senza trovare la porta, finché a segnare – inutilmente - è Casiraghi su calcio di rigore al minuto 98, proprio sul triplice fischio. Poco prima Bernardotto aveva fallito, lanciato in contropiede, chiuso dal portiere di casa.


Le semifinali si giocheranno domenica 6 giugno, con il ritorno mercoledì 9:


Alessandria – Albinoleffe
Padova - Avellino

Cosimo Simonetta

IlGiallorosso.info
Redazione
Tel +(39) 3756261191
redazione@ilgiallorosso.info

Articoli correlati (da tag)

Devi effettuare il login per inviare commenti
Publycon - Advertising