Giallorossi in uscita dal campo salutano i sostenitori Giallorossi in uscita dal campo salutano i sostenitori

Il Punto | Rosa da primato, "visione" da costruire con coraggio

Scritto da  Davide Pane Set 21, 2021
Questo articolo contiene parole
Il tempo di lettura è di circa minuti.
Livello di difficoltà di lettura:

Il Catanzaro è una delle squadre più attrezzate del girone, non lo diciamo noi, ma la campagna acquisti effettuata dalla società del Presidente Floriano Noto. Il valore stimato della nostra rosa oggi è secondo solo al Bari, con una età media di ventisei anni e mezzo, il mix ideale di esperienza e freschezza giovanile.

Una premessa: tra le fila delle Aquile sono presenti almeno otto calciatori valutati oltre i trecentomila euro. Vi sono molte squadre di serie C che non hanno un solo calciatore con un tale valore stimato. Abbiamo sui Tre colli, valori di qualità ed esperienza, in tutti e tre i reparti, tali da portare continuità e sicurezza nel gioco complessivo (anche con l’innesto dei più giovani):

-Difesa: Fazio (32), De Santis (28), Martinelli (32), Scognamillo (27), 

-Centrocampo: Verna (31), Bombagi (32), Porcino (26), Rolando (26), Vandeputte (25)

-Attacco: Carlini (35), Vasquez (28), Curiale (33), Cianci (25)

Nelle ultime 5 partite (senza considerare la gara contro il Catania perché giocata in tono minore da entrambe), è stato facile notare una discontinuità di rendimento che ricorda esattamente lo stesso andazzo dell’inizio della scorsa stagione sportiva: gara dignitosissima nel secondo tempo contro il Verona (ma anche a Genova fu così); idem conto Il Francavilla in casa ed in parte almeno per un tempo contro il Picerno (episodi sfortunati ci hanno negato i tre punti); sterilità contro il Potenza, ed il poco gioco contro il Palermo (forse troppo forti i rosanero?).

Si è passati dalla “costruzione” da manuale del calcio dei due goal contro il Francavilla, ai lanci lunghi contro il Palermo. La Traversa di Carlini (faro sempre presente in tutte le azioni pericolose di questo inizio campionato, quando schierato in attacco), fa il paio al rigore mancato del Palermo, ma certo non pareggia ai punti visti i goal falliti su giocate corali dei rosanero e in particolare da Brunori, vera spina nel fianco della esperta difesa giallorossa. 

Un inizio campionato tranquillo, da apprezzare per le cose belle viste, ma non da applausi. Di certo l’allenatore delle Aquile conosce tutti gli uomini che ha avallato alla sua corte. Ed è altrettanto certo che il ritiro è finito. C’è tutto il tempo per fare bene e Calabro potrà schierare al meglio i suoi uomini, se riesce a conoscerli tutti, ma davvero tutti e se con coraggio li utilizzerà nei loro momenti migliori di forma.

Apprezzabile il secondo posto e lo sprint finale dello scorso anno, ma poco menzionabile è l’ennesimo play-off perso malamente in casa. Il Catanzaro 2020-21 è l’unica seconda (con oltre venti giorni di riposo) a non arrivare in finale tra le tre. Triste il primato di “nonna” dei play-off della serie C, tuttavia come per il Palio di Siena, le nonne non lo sono per sempre!

Cosa serve a questo Catanzaro per dare continuità alle sue innegabili potenzialità in tutti e tre i reparti?

Cosa serve per valorizzare la rosa per far dare il meglio ai calciatori, nella posizione in campo più congeniale?

Sarà compito dell’allenatore inquadrare il potenziale dei suoi calciatori, per valorizzare gli investimenti ed ottenere il miglioramento del risultato della scorsa stagione. Lungi dal fare formazioni al posto del tecnico, ma lecitamente ci poniamo domande su come calciatori come Tentardini o De Santis possano diventare risorse utili alla causa per dare coraggio a tutti gli altri compagni nel sentirsi parte comune della visione del nostro allenatore.

Il calcio è un prodotto come altri e se a Catanzaro ha offerto, negli ultimi trentacinque anni, interminabili delusioni e rare gioie, non si può chiedere di più a chi non ha più lacrime sportive da versare, ma solo il cuore da offrire per una visione

Per questa ragione, se in campo i calciatori e l’allenatore sapranno offrire “la speranza di una VISIONE”, i tifosi parteciperanno con tutto il loro immenso e risaputo cuore.

Articoli correlati (da tag)

Devi effettuare il login per inviare commenti
Publycon - Advertising