Il Punto | Aquile in caduta libera al giro di boa

Scritto da  Giuseppe Mangialavori Dic 26, 2021
Questo articolo contiene parole
Il tempo di lettura è di circa minuti.
Livello di difficoltà di lettura:

Al "Giovanni Paolo II" il Catanzaro tocca il punto probabilmente più basso della stagione, per tante ragioni.

Settimo posto in classifica e contestuale sorpasso da parte di una squadra (e non è la prima volta) che sul mercato ha investito un decimo di quanto speso dalla Famiglia Noto. Questo dovrebbe far riflettere e non poco la Proprietà. All'iniziale svolta targata Vivarini, gioco e formazione sembrano tornati quelli del suo predecessore, incluse le prestazioni double face tra prima e seconda frazione di gara. L'avvio arrembante e di personalità suggellato dallo stupendo gol di un motivatissimo Cianci che aveva  preoccupato non poco i padroni di casa, si è contrapposto un secondo tempo "old style" con i giallorossi confusionari e senza idee sul sintetico che tante nobili vittime ha mietuto anche nel corso di questo campionato. Una su tutte il Bari capolista. Un ritornello quest'ultimo che non fa testo rispetto alle evidenti patologie sia caratteriali che di gioco esternate dagli uomini di Vivarini. Una crisi che sembrava essere stata risolta con il cambio tecnico, salvo poi ritrovarci con vecchie scelte in campo.

Poco spiegabile come mai gli stessi protagonisti (o quasi) soffrano della sindrome da dottor Jekyll e mister Hyde, alternando prestazioni all'altezza, ad altrettanto imbarazzanti e se questo accade addirittura nella stessa gara, c'è qualcosa che non va. I misteri esistono solo nei gialli di Agatha Christie ma questo è un mistero neanche troppo tale, tutto giallorosso. Al Direttore Generale Foresti e al Direttore Sportivo Pelliccioni l'impresa di risolvere l'enigma: la proprietà avrebbe il diritto di non vedere dilapidati per l'ennesima volta gli investimenti fatti, senza sentirsi dire dall'avversario di turno, così com'è avvenuto al "Giovanni Paolo II", che la squadra giallorossa è forte, si, ma solo sulla carta.

Uno spogliatoio ormai a dir poco problematico sotto tutti i punti di vista, grottesche sono le spaccature all'interno di una tifoseria sull'orlo di una crisi di nervi. La scelta di puntare su Mr. Vivarini, considerata l'importanza dell'investimento della Proprietà insieme alla durata del contratto, non consente nessuna speranza reazionaria da parte di nessuno, che siano addetti ai lavori ovvero semplici tifosi. Lo diciamo perché qualora dovesse accadere sarebbe gravissimo, un vero e proprio boomerang per chi ha la responsabilità della gestione delle risorse umane. A questo punto la palla, inevitabilmente non passa al buon Cianci, bensì alla Società che non potrà accontentarsi di bypassare il lavoro con le solite deleghe perchè i fatti hanno certificato che queste non sono più sufficienti. Il mercato di gennaio arriva come scialuppa di salvataggio di una stagione che rischia di finire mestamente alla deriva. Urge avere un serio confronto con tutti gli addetti ai lavori management in primis. Il DG Foresti e il DS Pelliccioni oltre che alla proprietà, dovranno rispondere alla protesta oramai deflagrata in toto in quel di Francavilla, laddove la squadra a fine gara si è recata dai coraggiosissimi Supporters giallorossi che hanno sfidato il gelo e i chilometri per assistere all'ennesima prestazione squallida. Semplicemente insopportabile per tutti: non c'è nessuno tra DG, DS e calciatori tutti, che possa scrollarsi dalle responsabilità e se qualcuno crede di poter fare giochetti di basso profilo, dovrebbe sapere che la tifoseria del Catanzaro è tra le più esperte d'Italia e non porta di certo l'anello al naso.

Perciò urge darsi una regolata, non è dato proseguire in questo modo. Un Natale molto triste per le Aquile, ma noi ci auguriamo che  le Feste riescano a portare soprattutto buon senso e consapevolezza in tutti i protagonisti dell'U.S. Catanzaro 1929.

Da parte nostra, nel ringraziare i cortesi lettori che sempre più numerosi dedicano il proprio tempo a "Il GialloRosso", porgiamo i nostri auguri di buone feste e che il nuovo anno possa dissipare le nubi per riportare le Aquile a volare dove meritano.

Avanti tutta Catanzaro!

Articoli correlati (da tag)

Devi effettuare il login per inviare commenti
Publycon - Advertising

Compatibilty

IlGiallorosso.info - Reg. Trib Catanzaro nr. 15 del 25-10-2012
Direttore responsabile

Danilo Ciancio

Seguici su:

Publycon sas di L. Conforto & C. - Via B. Da Seminara, 52 - 88100 Catanzaro
P.I.03148140795 - R.O.C. 20849

IlG Cookie

Questo sito utilizza i cookie per garantire la migliore esperienza. Continuando a utilizzare questo sito web, acconsenti al loro utilizzo. Ulteriori informazioni sulla nostra politica sulla privacy