Curcio e Pontisso Curcio e Pontisso Credit Area Comunicazione Catanzaro calcio

A Cerignola andato in scena il Vivarini-pensiero: "Chi subentra decide il risultato"

Scritto da  Giuseppe Mangialavori Set 21, 2022
Questo articolo contiene parole
Il tempo di lettura è di circa minuti.
Livello di difficoltà di lettura:

Ripartire dalla rabbia del minuto 87 di Cerignola.

Quarta di campionato archiviata, il dato che è emerso è la rabbia esplosa solo a seguito della seconda rete di Coccia subita a tre minuti dal gong finale. Da quell’istante il Catanzaro si è ricordato di avere l'obiettivo di vincere il campionato ed ha reagito con veemenza. Gli undici di mister Vivarini in campo, d’incanto tarantolati, malgrado il catino del “Domenico Monterisi” (sabbioso più che sintetico) ribollisse di entusiasmo per l’insperato vantaggio ottenuto al cospetto della corazzata giallorossa capace di raggiungere il pareggio ben oltre la cosiddetta “zona Cesarini”. Un pareggio che vale una vittoria per com’è maturato, salutato con grande entusiasmo dai supporters assiepati in curva proprio alle spalle di Umberto Saracco. Un gol che vale platino, realizzato dall’esordiente Pontisso, messo in campo nei minuti finali grazie al decisivo assist di Curcio: la conferma che "chi subentra decide il risultato" di Vivarini-memoria.

Il carattere messo in campo dai ragazzi di mister Pazienza, ha certo rotto i piani alla squadra giallorossa che non è riuscita a capitalizzare l'iniziale vantaggio: Malcore realizzava di testa la rete del pareggio in a seguito di un'azione irregolare vista la posizione dove è stato battuto il fallo laterale, ma che testimonia una pericolosa "dormita" dei giocatori in campo che non si sono accorti dell'errore e non hanno nemmeno protestato. Un pò come accaduto in quel di Padova nei paly off, una sorta di apnea da gol subito sul quale occorrerà lavorare. D'altronde, se dopo il gol di Biasci tutti si erano illusi dell’ennesima goleada, con il passare dei minuti hanno dovuto abbandonare le più rosee aspettative. I frequenti nonché veloci raddoppi di marcatura e il fiato sul collo dei padroni di casa, hanno tolto lucidità al centrocampo giallorosso che è mancato in fase di proposizione.

La scossa avvertita e il risvegliato orgoglio negli ultimi minuti, sarebbe dovuto essere atteggiamento costante dei giallorossi dal fischio d’inizio ma così non è stato. Ecco perchè occorre ripartire da lì e dare continuità a questa rabbia. Un Pietro Iemmello sotto tono e morbido, più volte colto in fuorigioco, mentre altrettanto inefficaci le trame di gioco, smorzate sul nascere dai sempre presenti incontristi dell’Audace Cerignola. Certo se i pugliesi neopromossi tra i professionisti dovessero mantenere intatte le motivazioni fatte vedere contro il Catanzaro, sarà difficile per chiunque portare via punti dal fortino gialloblù. 

Forse quando il mister predica prudenza, mettendo in guardia tutti dai cali di tensione non lo fa solo per evitare facili proclami, ma lancia messaggi a chi forse ancora non li ha saputi finora cogliere del tutto. Quando un allenatore della sua esperienza si prodiga a catechizzare gli addetti ai lavori che vincere il campionato è cosa “difficilissima”, non vuole spegnere l’entusiasmo, ma semplicemente ricordare il famoso detto di un suo collega che recita: ”non dire gatto se non ce l’hai nel sacco”.  Questo non vuole essere un appunto ad una squadra che ha realizzato ben 14 gol in quattro partite e subite solo due (in una sola gara), ma semplicemente un incitamento finalizzato ad un’ulteriore crescita, necessaria per chi è stato chiamato a raggiungere un obiettivo per il quale tutti dovranno dedicare il massimo impegno. Lo stesso impegno che la Società, presente anche a Cerignola con il Presidente Floriano Noto, i Direttori Foresti e Magalini e l'immancabile Pino Mirante, dimostra giornalmente.

Un pareggio prezioso per com’è arrivato, ma che vuol essere un avviso per i solisti dell’orchestra: se si vuol raggiungere la vetta e mantenerla fino alla fine, non sono ammesse stonate. Massimo impegno dunque, per rendere possibile il raggiungimento di questo “difficilissimo” obiettivo”.

Avanti tutta Catanzaro!

Articoli correlati (da tag)

Devi effettuare il login per inviare commenti
Publycon - Advertising

Compatibilty

IlGiallorosso.info - Reg. Trib Catanzaro nr. 15 del 25-10-2012
Direttore responsabile

Giuseppe Mangiavalori

Seguici su:

Publycon sas di L. Conforto & C. - Via B. Da Seminara, 52 - 88100 Catanzaro
P.I.03148140795 - R.O.C. 20849

IlG Cookie

Questo sito utilizza i cookie per garantire la migliore esperienza. Continuando a utilizzare questo sito web, acconsenti al loro utilizzo. Ulteriori informazioni sulla nostra politica sulla privacy