La Aquile conquistano anche il "Donato Curcio" con una zampata di Cianci

Scritto da  Dic 23, 2022
Questo articolo contiene parole
Il tempo di lettura è di circa minuti.
Livello di difficoltà di lettura:

Aquile sornioni per gran parte della gara, colpiscono con Cianci appena entrato ad un quarto d'ora dal termine. Merito ancora una volta a chi è entrato dalla panchina che regala tre punti preziosi al Catanzaro considerata la concomitante vittoria del Crotone in casa sul Messina con il medesimo risultato.

Primo tempo a carburazione lenta, poche le occasioni vere da rete, più che altro nel finale le migliori per le Aquile. Serve un quarto d'ora per vedere il primo pericolo per i portieri, tocca a Fulignati andare in presa sicura su colpo di testa ravvicinato di Diop. Nell'occasione rimanere a terra Vandeputte che lascia col fiato sospeso i tifosi giallorossi. Un Catanzaro che sembra non brillare in manovra complice un Picerno molto attento, non crea particolari pensiri ai lucani. Ancora i padroni di casa pericolosi alla mezz'ora con Kouda che da fuori area calcia alto. Nel finale di tempo si svegliano i giallorossi. Prima Sounas con un tiro dalla linea di fondo campo quasi scheggia il palo attraversando poi la porta senza entrare in rete. Poi una splendida giocata di prima con Biasci che la mette quasi ad occhi chiusi per l'accorrente Iemmello che con effetto no-look appoggia per Verna che spreca quasi un rigore in movimento, palla fuori a fil di palo. Combinazione di altissimo livello tecnico per il Catanzaro, la più pericolosa nei primi 45 minuti. Un tiro da fuori area a pallonetto di Iemmello che cerca di beffare Crespi, chiude anche i 3 minuti di recupero sul risultato di 0-0, nel complesso giusto

La ripresa inizia con una giocata di D'Angelo sulla sinistra, il tiro finale non prende il giro giusto e termina alto. Ancora Picerno che conquista una punizione interessante dal vertice alto di destra, ma D'Angelo spreca con un cross basso. Fase confusa della gara, con reciproci alleggerimenti di testa senza precisione , da una di queste un flipper in area di rigore giallorossa per poco non libera Diop al tiro. Catanzaro che prova ad alzare il baricentro ma il Picerno in fase difensiva gioca davvero molto attento con 5 in linea. Vivarini prova a mettere forze fresche con Bombagi e Cianci al posto di Sounas e Biasci. Al 68' occasionissima sugli sviluppi di un angolo per Brighenti che di testa anticipa tutti ma conclude di poco alto. Dopo un breack del Picerno con Gerardi che non sfrutta un ottimo assist di D'Angelo, il Catanzaro al 73' colpisce con CIANCI che sfrutta i centimetri e stacca sul secondo palo di testa sul cross di Bombagi, prima conclusione parata da Crespi ma il tap-in di destro vale il vantaggio per 1-0 dei giallorossi. Dentro anche Rolando e Pontisso. Ancora Cianci pericoloso all'85', ma la conclusione questa volta di sinistro è sull'esterno della rete. Il picerno ora si scopre e il Catanzaro in contropiede è pericoloso con Vandeputte, Crespi si salva in angolo.

Recupero infinito, ben otto minuti concessi dall'arbitro considerato l'infortunio a metà ripresa di uno dei due guardalinee, ma il Catanzaro non si scompone e rimane nella metà campo avversaria senza concedere spazi né occasioni al Picerno. E così il Catanzaro viola anche il "Curcio" e conquista una nuova vittoria fuori casa che gli consente di mantenere il distacco di 6 punti dalla seconda.

Danilo Ciancio

IlGiallorosso.info
Redazione
Tel +(39) 3338247197
redazione@ilgiallorosso.info

Devi effettuare il login per inviare commenti
Publycon - Advertising

Compatibilty

IlGiallorosso.info - Reg. Trib Catanzaro nr. 15 del 25-10-2012
Direttore responsabile

Giuseppe Mangiavalori

Seguici su:

Publycon sas di L. Conforto & C. - Via B. Da Seminara, 52 - 88100 Catanzaro
P.I.03148140795 - R.O.C. 20849

IlG Cookie

Questo sito utilizza i cookie per garantire la migliore esperienza. Continuando a utilizzare questo sito web, acconsenti al loro utilizzo. Ulteriori informazioni sulla nostra politica sulla privacy