Vincere aiuta a vincere, indipendentemente dalla posta in palio.

“Quella contro il Catania è una partita a cui teniamo molto, puntiamo al passaggio del turno”.

Unica squadra di Serie C in corsa nella Coppa Italia dei big, il Catanzaro non ci stava a fare la figura della cavia da laboratorio, nonostante un primo tempo chiuso sotto di tre reti.

Il Catanzaro cade al "Bentegodi" di Verona ai Trentadueisimi di Coppa Italia contro l'Hellas targato Eusebio Di Francesco. 

Il Catanzaro regala 45 minuti ai forti scaligeri che capitalizzano al massimo tre errori della difesa giallorossa e di fatto chiudono la gara. Nella ripresa Calabro ripara agli errori dello schieramento iniziale che hanno dilatato oltremodo la differenza di valori in campo ed è tutto un altro Catanzaro, ma è troppo tardi e complicato recuperare. Finisce 3-0 per il Verona

“Abbiamo lavorato sodo e bene. Noi siamo orgogliosi di poter giocare a Verona, innanzitutto perché siamo l’unica squadra di Lega Pro rimasta nel torneo, e perché affrontiamo una importante squadra di serie A.

Allontanato dalla panchina mister Calabro durante il primo dei due tempi supplementari, tocca ad Alberto Villa prendere il timone.

Parte sugli scudi la stagione del Catanzaro che riesce nell'impresa di espugnare lo stadio "Silvio Piola" di Novara, battendo il Como ai calci di rigore, per il Turno Preliminare di Coppa Italia.

Il Catanzaro ritorna a casa con una splendida vittoria, sofferta perché ai rigori  ma meritata  perché ha giocato alla pari contro i più quotati avversari recuperando due volte lo svantaggio con Carlini e Verna. Poi ai rigori ci pensa un super Branduani a regalare il Verona ai giallorossi!! Finale 6-5 per il Catanzaro.

E’ soddisfatto del ritiro il tecnico giallorosso Antonio Calabro, alla vigilia della prima sfida ufficiale della stagione, la gara di Coppa Italia contro il Como: “Sono molto contento, i ragazzi hanno svolto gli allenamenti con continuità, abnegazione e entusiasmo.

Publycon - Advertising