Non è uomo che ama i riflettori, Carmelo Moro, responsabile del Settore Giovanile dell'US Catanzaro, abituato a lavorare alacremente dietro le quinte. 

Non può certo celare la propria soddisfazione per il percorso condotto, in questa stagione, mister Giulio Spader, alla guida dei suoi Aquilotti.

Il Catanzaro conclude una stagione che, indipendentemente dall'epilogo, verrà ricordata per la cavalcata fino al secondo posto: un risultato di gran lunga oltre le aspettative.

Prima di salire a bordo dell'aereo verso la Calabria, il tecnico Antonio Calabro si è concesso a dichiarazioni nella sala stampa del "Città di Gorgonzola" al termine di Albinoleffe - Catanzaro.

Una vittoria sfumata per poco, ma la sostanza non cambia: finisce 1-1 l'andata del Secondo Turno Nazionale Playoff ed il Catanzaro sarà comunque chiamato ad una gara gagliarda, fra tre giorni.

Un 2-2 pirotecnico per i cuori giallorossi, una serata che verrà ricordata per le palpitazioni regalate nel finale di gara, con un avversario che ha venduto cara la pelle, contrariamente a quanto previsto da

Nel rievocare, in questo giorno di festa, l'epica vittoria con l'Acireale del 2004 o la più recente sull'Arzanese (primo anno dell'era Cosentino), che condussero a traguardi importanti, anche questo 25

Con un gol della giovane scoperta Pierno, il Catanzaro, a dispetto di ogni avversità, espugna, dopo trent'anni anche il "Romeo Menti" di Castellamare di Stabia e ipoteca il terzo posto in classifica. Mister

Decimato dal covid-19 e dagli infortuni, il Catanzaro di Antonio Calabro (oggi squalificato ed egregiamente sostituito dal suo secondo Alberto Villa), sfodera una prestazione che resterà negli annali

“Mi aspettavo questa risposta dal gruppo”, senza distinguere tra titolari e cosiddette riserve. Queste le parole di mister Antonio Calabro il quale, tuttavia, non abbandona il suo aplomb, neanche dopo una

Publycon - Advertising