Allenamenti Il Punto Partite Photo Gallery Primo Piano

Quattro gol alla Palmese, ma le perplessità restano: c’è da lavorare – IL PUNTO

banner

palmese_amichevole_poligiovino

Il Catanzaro batte 4-2 la compagine di Serie D dell’US Palmese 1912. Ottimo primo quarto d’ora dell’US con tre gol realizzati, dopodiché tanti sbadigli, con due gol degli uomini di Mister Salerno, che tra l’altro hanno sbagliato anche un rigore. Davanti al Presidente Cosentino ed al Direttore Generale Donnarumma, Mister D’Urso catechizza i suoi prima del match con i calciatori a cerchio. Il modulo è il consueto 3-5-2 con  Scuffia in porta; Priola, Orchi e Ricci in difesa; il neo arrivato Bernardi Agnello, Selvatico e Foresta  e Squillace a centrocampo; tandem offensivo composto da Razzitti e Mancuso. Pronti-via dal limite dell’area di rigore Razzitti al ‘2 manda la sfera alle spalle di Maruca; al ‘5 traversone di Squillace sul secondo palo e  Bernardi  di testa segna il 2-0. All’’8 risposta della Palmese con l’ex Piemontese che sugli sviluppi di un corner colpisce il palo. Cinque minuti dopo cross di Bernardi teso, velo di Razzitti e conclusione di prima intenzione di Mancuso che firma il 3-0. Subentra la noia fino al ’38 quando lo stesso Piemontese anticipa Orchi e manda in porta Saturno che, indisturbato, beffa Scuffia con un pallonetto. Sul finire del primo tempo Maruca neutralizza una conclusione ravvicinata di Foresta.

Nel secondo tempo, iniziano i numerosi cambi che stravolgono le formazioni in campo. Al ’51 angolo per i giallorossi, sul secondo palo cross di Mancuso per Giampà che “svetta più in alto di tutti” ed insacca per il 4-1. Al ’61 testa di Ingretolli alta. Al ’75 ingenuità di Sirigu che perde palla e stende Tozzo in area di rigore. Lo stesso Tozzo si incarica di battere il tiro dal dischetto. Cannizzaro (subentrato a Scuffia) si conferma para-rigori e respinge tuffandosi sulla sua destra. Tre minuti dopo Caputa spara alto in contropiede. All’87 D’Orsi devia un traversone degli ospiti, la palla finisce sui piedi di Tozzo che sigla il definitivo 4-2. Buona cornice di pubblico che attende nei prossimi giorni l’annuncio di nuovi innesti provenienti dal mercato. L’incontro amichevole di oggi ha messo in luce come le aquile abbiano effettivamente bisogno di rinforzi.  Il nome nuovo per il centrocampo è quello di Riccardo Taddei, classe ’80 dell’Alessandria.

Ferdinando Capicotto

 

 

 

 

 

Related posts

Lontani Arma e Torromino, ma ritorna Mancuso

admin

“Ricordati di me…” – Sergio Di Corcia, goleador per caso

admin

Aquile sconfitte di misura dalla Reggina anche al Ceravolo

admin