Sala Stampa

“Ridimensionamento? Questa parola non mi piace”: parla mister Calabro

banner

Spendere non corrisponde a vincere: si incastra in questa, antica, filosofia, il pensiero di Antonio Calabro, che nel pomeriggio ha incontrato la stampa presso la sede del Catanzaro Calcio. L’occasione per fare il punto per la prima volta dopo il ritiro di Moccone, tra obiettivi di stagione, calciomercato, condizione atletica della squadra e i primi, imminenti, impegni ufficiali.

“Sono molto soddisfatto, il ritiro è andato bene. E’ servito più che altro per lavorare sull’aspetto mentale del gruppo e per fare alcune valutazioni”, dice da subito il tecnico. 

Proprio entrando nel merito del tipo di carico svolto: “I ragazzi hanno svolto lavoro fisico, sulla palla e sui concetti tattici. Ho visto cose positive ed era quello che volevo perché per affrontare un percorso servono delle basi ed il ritiro mi è servito per questo”. Ed ancora: “Ho trovato ragazzi eccezionali e siamo in linea con quello che la società mi ha chiesto considerando anche la realtà attuale”.

Sulla prima partita ufficiale – il prossimo 23 settembre, in occasione della Tim Cup – che metterà Calabro difronte alla Virtus Francavilla, al suo passato: “Finalmente facciamo discorsi di campo. Teniamo a questa partita visto che probabilmente non organizzeremo amichevoli”.

Sullo scetticismo che regna in città il mister è chiaro: “Non voglio gli applausi adesso. Quando mi ha chiamato il Catanzaro, ho pensato ad una piazza che non può stare in questa categoria. Nel mio immaginario vedo uno stadio pieno, ottimismo e non questo pessimismo che ci attanaglia in ogni angolo – aggiunge -. Ho un entusiasmo incredibile e lotterò contro tutto e tutti affinché questo avvenga in tutta la piazza”.

 “Ho sentito la parola ridimensionamento e non mi piace – sottolinea in maniera vibrante -. Quando ho parlato con il presidente il concetto espresso era quello di economizzare costi. Nel calcio non sempre si vince spendendo, ma si vince spendendo bene. Se c’è una ‘economizzazione’ dei costi vuol dire che in passato si è sbagliato qualcosa, ma da qui si parte e si va avanti, costruendo secondo i miei canoni, che in passato mi hanno portato ad ottenere risultati. L’entusiasmo ritornerà con le prestazioni dei calciatori”.

Sui criteri di scelta dei giocatori: “Non si deve avere fretta per non sbagliare. Prima di prendere un giocatore devo esserne sicuro in quanto il progetto merita un’attenta selezione di ogni calciatore che pur di giocare qui si mangi l’erba”. 

Su alcuni singoli e sul mercato il tecnico pugliese è apparso con le idee altrettanto chiare: “L’allenatore deve limitarsi a dare dei pareri. Ad esempio, in termini di spogliatoio, in Corapi e Carlini ho trovato un valore aggiunto e questa mia considerazione la faccio anche alla società”.

Sul mercato e sull’organico si è espresso indicando i tasselli mancanti: “Dobbiamo intervenire in difesa per completare l’intero reparto. Per quanto riguarda Celiento e De Risio, vado avanti per la mia strada. Loro hanno dato tanto al Catanzaro, ma alleno gente che mentalmente può ancora dare di più”. E suTulli: “Non posso valutarlo, perché non l’ho ancora allenato”. A proposito di un obiettivo sfumato, Albertini, replica seccamente: Albertini non ha voluto aspettare e ha preferito un’altra società e non siamo qui a rincorrere i giocatori; piuttosto dovrebbero essere loro a cercare Catanzaro. Quanto a Bubas, non mi risulta”.  Venendo, poi, alle trattative intavolate: “Verna e Izzillo mi piacciono anche perché sono funzionali al mio modo di giocare. Verna a Carpi, fino a gennaio, aveva fatto cinque gol da interno. Anche Agnelli, un classe 2000 che abbiamo valutato in ritiro, non abbiamo necessità di mandarlo via”.

Infine sul settore giovanile che ha dato linfa alla prima squadra: “Quando si parla di giovani sono molto attento e i  ragazzi del vivaio li ho trovati eccezionali”.

Gregorio Buccolieri

 

 

Related posts

[VIDEO] Celiento: “Ognuno di noi elemento fondamentale del gruppo”

admin

Derby al “Granillo”, inizia il countdown: parla capitan Maita

admin

[VIDEO] Statella: “Campionato aperto, lotteremo fino alla fine”

admin