Il Punto Interviste Primo Piano

Sarao e Mancosu ai microfoni: “Sfortunati nel finale. Questa la strada giusta”

banner
Sarao

Prima di rimettersi in viaggio e rientrare in Calabria, la stampa stabiese ha avuto modo di intrattenere qualche minuto i tesserati del Catanzaro, dando loro atto di una prestazione di livello, nonostante non godessero del favore dei pronostici. In particolare, l’autore del gol del pareggio, Sarao e l’esterno Mancosu, si sono fermati ai microfoni dell’emittente web ViViCentro Network.

Sulla scia di mister Erra, i due elementi giallorossi, artefici di una buona prova, non possono far altro che ripercorrere con amarezza i momenti determinanti del match, concluso sul 2-2: <<Subire un gol dopo appena un minuto, considerando la nostra difficile situazione, non è il migliore degli inizi! Siamo stati bravi a ribaltarla. Purtroppo abbiamo lasciato due punti. Se questo pareggio fosse maturato in modo diverso, saremmo stati felici noi>>, afferma il numero 14 dell’US, che sembrava destinato alla panchina, a beneficio di Basrak, salvo poi giocare dal primo minuto e mettere il timbro sulla gara. <<Se restiamo uniti e combattiamo con umiltà, fame e con spirito di sacrificio, possiamo giocarcela con chiunque e centrare l’obiettivo>>, osserva, Manuel Sarao.

Un pareggio difficilmente ipotizzabile nei giorni scorsi, vista la situazione di maretta in casa giallorossa, che ha forse dato la carica fisica e mentale giusta per andare sul campo di un avversario ostico e sfiorare il colpaccio.

Dello stesso avviso, il centrocampista Mancosu, è riuscito a guadagnarsi una maglia da titolare, momentaneamente: <<Siamo partiti male, ma ci siamo rialzati e abbiamo interpretato la gara come avremmo dovuto>>, sottolinea il calciatore sardo, che preferisce sorvolare sul discutibile arbitraggio di Capone di Palermo, inconsapevolmente causa scatenante del nervosismo tra le squadre, dopo aver sventolato innumerevoli cartellini, dimostrando di non tenere in pugno la partita. <<Non è il caso di parlare degli errori all’arbitro, perché se vogliamo salvarci dobbiamo dare tutto senza badare ad altro>>, osserva saggiamente l’esterno del Catanzaro. Sul prosieguo del torneo, chiude: <<Giocando così possiamo salvarci, ma serve continuare su questa strada>>.

 

Cosimo Simonetta 

Related posts

Calcio Amatoriale: questo weekend seguiremo Santacroceravolo vs Vecchie Aquile

admin

Grandi: “Siamo consapevoli delle nostre qualità”

admin

“Sereni e convinti, vogliamo giocarcela”: Dionigi alla vigilia

admin