L'avversario di turno

SI GIOCA CONTRO… Il Foggia

banner

A.C.D._Foggia_CalcioPassata indenne la temibile trasferta in casa della capolista Casertana, il Catanzaro è atteso da un’altra partita molto difficile. Al “Ceravolo”, infatti, si presenterà il Foggia secondo il classifica a sole due lunghezze dai falchetti. Il pareggio ottenuto al “Pinto” è stato un risultato favorevole anche agli stessi satanelli, che avevano pareggiato in casa contro la Paganese 2-2, sotto di due alla fine del primo tempo. Le aquile, insomma, in questo inizio di girone di ritorno, ricopriranno il ruolo di “giudice” nella corsa alla promozione diretta. Per l’atteggiamento messo in campo dagli uomini di Mister Erra contro qualsiasi squadra, l’esito della sfida è molto incerto: i giallorossi sicuramente non si accontenteranno di un segno X davanti al proprio pubblico, ma certamente cercheranno di ottenere il bottino pieno.

Il Foggia è quindi la vice capolista con 33 punti, frutto di nove vittorie, sei pareggi e tre sconfitte. In trasferta sono stati conquistati 12 punti in otto gare. Tre sono state le vittorie, altrettanti pareggi e due sconfitte. Dieci i gol fatti, cinque quelli subiti. Lontano dallo “Zaccheria”,la squadra pugliese giunge da due successi consecutivi contro Akragas e Martina conquistati entrambi negli ultimi minuti di gioco.

Foggia 2015_tifosi_settore ospitiSono ventisette i precedenti tra le due squadre al “Ceravolo”. Quindici sono i successi dell’US, sette pareggi e cinque quelli del Foggia. Quarantadue a ventitré per i giallorossi le reti segnate. All’andata finì 1-1 con Ricci che rispose nel finale al catanzarese Iemmello. In quella partita Scuffia fu quasi insuperabile. L’anno scorso le aquile liquidarono con un secco 3-0 gli uomini di Mister De Zerbi con reti di Rigione, Russotto (al termine di una “fuga” verso la porta in stile Bale del Real Madrid) e Bernardo, appena entrato. Il primo scontro è datato 30 settembre 1934, terminato 5-1 per l’allora Catanzarese. Tripletta di Dapas, due gol di Moretti per il Catanzaro; di Pavanello il momentaneo 1-1. Il primo successo dei satanelli risale al 25 aprile 1948 per 1-3 con doppietta di De Brita e Catalano; di Adrian la segnatura giallorossa. Le due squadre, si sono scontrate solamente una volta in Serie A nel 1977: il 9 gennaio vinse l’Uesse 3-1 con autorete di Pirazzini, Improta e Michesi. Prima del 3-0 della passata stagione, l’ultimo incontro era quello dell’8 febbraio 2004: decise Re Giorgio Corona al ’93 grazie ad un errore della difesa foggiana, che non potè fare nulla nemmeno contro il vento a sfavore. L’ultima vittoria dei rossoneri è l’1-2 del campionato precedente in C2. Ferrigno pareggiò a Del Core, prima dell’autorete sfortunata di De Sanzo.

di chiara_lecce_foggiaMister Roberto De Zerbi dovrebbe schierare i suoi con il 4-3-3. In porta Narciso; Angelo, il neo acquisto Lanzaro, Gigliotti (che lo scorso anno generò apprensione a causa di uno scontro col rispettivo portiere, che gli fece perdere i sensi per alcuni secondi) e l’ex Di Chiara in difesa; a centrocampo l’altro ex Agnelli (parentesi giallorossa nel 2006), Coletti e Gerbo, mentre Vacca dovrebbe accomodarsi in panchina; in avanti Sarno, il capocannoniere del girone Iemmello e uno fra Floriano e Chirico.

Guardando l’organico dei rossoneri, è evidente la qualità tecnica tra linea mediana e attacco. Doveroso da parte del Catanzaro il massimo impegno per portare a casa punti importantissimi in chiave salvezza (specie in considerazione dell’eventuale penalizzazione che verrà inflitta per l’inchiesta “Dirty Soccer”). Quello che si chiede ai giallorossi è la stessa determinazione messa in campo contro la capolista una settimana fa. Una cosa è certa: l’US non parte assolutamente battuto.

Russotto lo scorso anno contro il Foggia
Russotto lo scorso anno contro il Foggia

 

 

 

 

 

 

 

Ferdinando Capicotto

Related posts

SI GIOCA CONTRO… Il Rende

admin

SI GIOCA CONTRO… La Paganese

admin

SI GIOCA CONTRO… Il Catania

admin