L'avversario di turno

SI GIOCA CONTRO… La Casertana

banner

casertana_LogoInizia il giro di boa per la stagione 2015/2016. La speranza in casa Catanzaro è che non si ripeta lo stesso andamento dell’andata per quanto riguarda la prima parte del calendario. Anche se in panchina c’era Mister D’Urso e non Erra, che ha risollevato i giallorossi, le compagini che si andranno ad affrontare sono probabilmente le più attrezzate del torneo. Da squadra “materasso”, però, l’US ha dato dimostrazione di essere una scheggia impazzita, capace di giocarsela ad armi pari con chiunque. Purtroppo per Razzitti e compagni, l’assenza per infortunio di Moi pesa molto al livello difensivo.

Le Aquile inizieranno il loro girone di ritorno come forse peggio non potevano, facendo visita alla capolista Casertana. I Falchetti viaggiano a ritmo spedito, specialmente fra le mura amiche. Dei 34 punti ottenuti fin qui, ben 22 ne sono stati conquistati in casa, dove hanno vinto sette partite su otto. L’unico pareggio risale allo 0-0 contro il Matera del 26 settembre. Sedici gol realizzati contro i soli quattro subiti. Insomma, allo stadio “Alberto Pinto” sono una vera e propria corazzata.

Agodirin l'anno scorso con i falchetti contro l'US (Foto: Casertanafc.it)
Agodirin (Foto: Casertanafc.it)

Nove volte le due compagini si sono affrontate sin qui in Campania con due vittorie dei giallorossi, tre pareggi e quattro successi dei padroni di casa. Sei a cinque i gol realizzati per i rossoblu. L’anno scorso terminò 2-1 con reti Cissé, l’ex Agodirin e Razzitti su calcio di rigore. L’ultima vittoria ospite in Campania, è datata 21 settembre 1958, firmata Fanello. All’andata, alla prima giornata, decise De Angelis dopo meno di duecento secondi dal fischio di inizio. L’Uesse costruì veramente poco ed ai campani bastò chiudersi ordinatamente in difesa per portare a casa il bottino pieno.

 

L'esultanza di De Angelis dopo il partita dell'andata
L’esultanza di De Angelis all’andata

Mister Nicola Romaniello dovrebbe schierare i suoi con il consueto 3-5-2 con Gragnaniello in porta; difesa con D’Alterio, Rainone e Murolo; l’ex Mangiacasale, il neo acquisto Matute, Capodaglio, Marano e Tito a centrocampo; De Angelis e Negro davanti. Dovrebbero partire dalla panchina il nuovo arrivato Jefferson e Mancosu.

Mai come in questa partita servirà lottare fino all’ultimo minuto su ogni pallone. Uscire con un risultato positivo dal “Pinto” potrebbe dare una spinta per affrontare le partite seguenti. I giallorossi non devono assolutamente partire da battuti, perché nel calcio nulla è scontato.

 

Ferdinando Capicotto

Related posts

SI GIOCA CONTRO… Il Rende

admin

SI GIOCA CONTRO… Il Fondi

admin

SI GIOCA CONTRO…La Juve Stabia

admin