L'avversario di turno Primo Piano

SI GIOCA CONTRO… La Reggina

banner

Reggina_logoCon la cessione del 51% delle quote dallo storico Presidente Lillo Foti ad una cordata di “calabresi-australiani” e grazie alla restituzione di ben 10 punti in classifica, il derby delle deluse Reggina e Catanzaro, diviene una gara con motivazioni enormi per gli amaranto. Se le Aquile hanno la testa in vacanza da almeno un mese, la squadra dello Stretto, da matematicamente retrocessa, si trova a dover giocare una vera e propria finale contro i giallorossi.

Ultima con 21 punti, dopo i fatti della settimana, sono appena quattro le lunghezze che la distanziano dal Savoia, ma altri due punti potrebbero essere restituiti. Il calendario mette di fronte gli ormai tranquilli Catanzaro e Martina alla Reggina, mentre i campani se la vedranno con l’affamata Casertana e con il Messina. È inutile prodigarsi in calcoli solo teorici, basta dire che se gli amaranto conquisteranno due vittorie, potrebbero avere delle chance di giocarsi i playout. Una salvezza potrebbe dare agli australiani l’input di progettare una squadra che lotti per la serie B nel prossimo campionato di Lega Pro, come dichiarato dallo stesso Foti.

Lillo Foti
Lillo Foti

Per i tifosi catanzaresi è un film che ormai si presenta di gara in gara, cioè quello di dover affrontare una compagine che gioca con il coltello fra i denti e quindi con il rischio, maggiormente concreto in trasferta, di tornare a casa senza punti. Il fatto che con la Reggina è pure uno storico derby “guasterebbe” ancor più il sangue ai supporters giallorossi, già abbastanza amareggiati, visto l’andamento della stagione.

Per gli amaranto sono state sei le vittorie, nove i pareggi e ventuno le sconfitte fino ad ora. Senza penalizzazioni sarebbero a quota 27. Peggiore difesa con cinquantotto gol subiti, sono stati ventotto quelli realizzati. Al “Granillo” il ruolino di marcia è di quattro vittorie, sette pareggi ed altrettante sconfitte, con diciassette gol fatti e ventuno subiti a dimostrazione, che almeno in casa, non è sempre facile che la Reggina venga sconfitta. Infatti, il Benevento ed il Matera hanno vinto di misura, la Juve Stabia non è andata oltre lo 0-0, mentre il Lecce è uscito addirittura sconfitto. Ma la vittoria manca dal 2-1 al Melfi dello scorso 21 marzo.

reggina_tifosi_granillo_cozzaI precedenti sono ventuno. Undici a tre le vittorie per i padroni di casa, mentre i pareggi sono ben dieci con ventinove gol degli amaranto e diciassette dell’US. L’ultima gara è relativa alla serie B 1989-1990 conclusa 3-1 per i padroni di casa, con reti di Paciocco, pareggio giallorosso grazie ad un autogol di Armenise. Nuovo vantaggio all’85 sempre con Paciocco e rete al ’90 di De Marco. In quel campionato il Catanzaro retrocesse in C1, prima di iniziare l’inferno della C2. L’ultima vittoria giallorossa è molto lontana, datata 1959 (ben cinquantasei anni fa), quando terminò 0-2 a tavolino in quanto lo storico capitano Stefano Raise, venne colpito negli spogliatoi all’intervallo. La gara era finita, comunque 1-2 per l’US con le reti di Scroccaro e Fanello ed in quel torneo, il Catanzaro venne promosso in B.
Mister Giacomo Tedesco è il quarto della stagione per la Reggina, dopo l’ex Ciccio Cozza, Pierantonio Tortelli e Roberto Alberti. Ha debuttato con la sconfitta maturata in extremis a Foggia per opera proprio del catanzarese Iemmello. Il modulo dovrebbe essere il 4-4-2 e dovrà fare a meno degli squalificati Cirillo e Balistrieri e di alcuni infortunati. Fra i pali dovrebbe esserci Kovacsik; difesa con Di Lorenzo, Camilleri, Ungaro e Benedetti; a centrocampo Armellino, Zibert, Mazzone e Salandria; in avanti, sicuro il veterano Di Michele, Viola ed Insigne si giocano due posti, con la possibilità di vederli tutti e tre. In quel caso sarebbe un 4-3-3. Tra le fila reggine anche Simone Masini, infortunato contro il Savoia due settimane fa, detentore del record di gol per un calciatore del Catanzaro in una stagione (21).

 

Ferdinando Capicotto

Related posts

Giovanili, Berretti battuta 2-1 dall’Aversa nell’andata dei Quarti

admin

SI GIOCA CONTRO… Il Catania

admin

Aquile, noioso 0 a 0 nel derby

admin