L'avversario di turno

SI GIOCA CONTRO… Il Taranto

banner

taranto-fc-logoNon ha altri risultati utili il Catanzaro che il successo. Le aquile sono condannate a battere il Taranto per evitare di dover guardare la classifica in modo preoccupante già ad inizio ottobre e prima della doppia terribile trasferta con Matera e Foggia. Il campionato ha sin qui dimostrato che al di là di quattro-cinque squadre il resto delle compagini che militano nel Girone C sono ad un livello medio-basso ed ogni risultato è possibile. L’US se vuole avere ambizioni di entrare nei nove posti utili per i play-off deve invertite assolutamente la rotta.

Il Taranto scende sui Tre Colli in ottava posizione in classifica con 9 punti. Tre le partite giocate lontane dallo “Iacovone” che hanno fruttato 3 punti con una vittoria al “San Vito” per 0-1 e due sconfitte 2-1 a Caserta e 2-0 a Foggia. Due quindi i gol segnati e quattro quelli subiti.

I precedenti in Calabria sono diciannove. Dieci ad uno i successi del Catanzaro con otto pareggi. Trenta a undici per i giallorossi il computo delle reti. L’unico successo tarantino risale al primo scontro disputato il lontano 24 aprile 1932 quando la gara finì 1-2. Le due compagini non si affrontano al “Ceravolo” dallo 0-0 del 23 novembre 2004. In quella stagione le aquile furono promosse in Serie B ed i pugliesi con Benevento e Viterbese furono una delle tre compagini che passò indenne dal fortino dei giallorossi. Il 7 gennaio 2001 terminò 1-1 con Vitali che rispose a Di Corcia. Fu il Taranto alla fine ad ottenere il salto di categoria in C1, mentre le aquile si fermarono ad un passo dalla promozione in quella sciagurata finale con il Sora. L’US non vince dal 15 settembre 1996 con un gol di Polidori dopo due minuti di gioco. L’8 gennaio 1989 Palanca e Rispoli stendono i rossoblù. Stesso punteggio il 23 marzo 1988 con a segno Cascione e O’Rey Palanca. L’11 maggio 1975 non basta Palanca ai giallorossi perché gli ospiti pareggiano con Jacomuzzi.

Mister Papagni dovrebbe mandare in campo i suoi con il 3-4-1-2 con Maurantonio in porta; Nigro, Balzano e Pambianchi in difesa; De Giorgi, Bobb, Lo Sicco e Garcia Montero a centrocampo; Bollino dietro  Viola e Balistreri senza però escludere un possibile utilizzo di Magnaghi.

Certo sin qui bisogna anche dire che le aquile hanno di contro un po’ di sfortuna, ma quell’episodio che serve per svoltare la stagione bisogna andare a trovarselo, già da domenica contro il Taranto.

Ferdinando Capicotto

Related posts

SI GIOCA CONTRO… Il Potenza

admin

SI GIOCA CONTRO… La Paganese

admin

SI GIOCA CONTRO… La Reggina

admin