Sport 360

Sport 360 – A vincere è stata la vergogna

banner

Altri sport_sport 360_basket_vollei_moto_karate_scherma_tennisSiamo vicini alla conclusione dell’anno solare e prima che prendano il sopravvento gli sport invernali, tante discipline stanno emettendo i verdetti definitivi.

Dopo l’automobilismo che ha assegnato il titolo di campione del mondo senza discussioni a Lewis Hamilton, anche la moto GP ha il suo campione iridato: si tratta dello spagnolo Jorge Lorenzo, vincitore dell’ultimo atto a Valencia. Grazie al quarto posto di Valentino Rossi ha vinto il titolo lo spagnolo non senza polemiche.

Infatti l’italiano per via di quanto è successo a Sepang  con l’altro iberico Marc Marquez è dovuto partire dall’ultima posizione della griglia di partenza, con speranze di successo del titolo legate più che ad una sua improbabile rimonta che ad un comportamento consono da parte degli alfieri della Honda.

Invece Marc Marquez, in barba a quanto detto in tutte le conferenze stampa antecedenti la gara, si è messo dietro a Jorge Lorenzo, partito subito in testa, scortandolo fino alla fine senza mai un tentativo di attacco, mentre quando rischiava di essere sorpassato dall’altro spagnolo della Honda Daniel Pedrosa ha avuto un sussulto mettendosi a lottare con il suo compagno di squadra lasciandolo dietro a più miti consigli.

Valentino Rossi – finito quarto – ha perso così ogni speranza di diventare il nuovo campione del mondo, dopo essere stato in testa alla classifica sin dalla prima gara.

Per ciò che concerne il tennis sono iniziate a Londra le ATP finals a otto, dopo che Nole Djokovic a Parigi Bercy ha vinto il suo ventiseiesimo torneo della stagione battendo in finale lo scozzese Andy Murray con il punteggio  di 6/2 6/4 dopo un’ora e mezzo circa di dominio incontrastato.

Alle finals nel torneo di doppio sono giunti anche la coppia azzurra Bolelli-Fognini che però hanno perso le prime due partite e quindi sono stati eliminati dalle semifinali.

Le italiane impegnate nell’Eurolega di Basket continuano ad offrire prestazioni sconsolanti.

L’ EA7 Milano ha perso le ultime due partite contro la squadra croata del Cedevita Zagabria in casa per 68 a 77, e a Limoges contro la squadra di casa per 65 a 74; il Banco di Sardegna di Sassari ha emulato i milanesi perdendo nettamente  sia  a Malaga contro l’Unicaja per 80 a 62 sia in casa contro i tedeschi del Brose Basket  Bamberga per 73 a 90.

A questo punto Milano ha ottenuto una sola vittoria in 5 gare, mentre Sassari ha perso tutte le 5 partite e la Top 16 si allontana paurosamente per entrambi le rappresentanti italiane.

Per l’automobilismo si è svolto il penultimo Gran Premio della stagione sul circuito di Interlagos in Brasile con il solito dominio delle Mercedes.

Stavolta è stato il tedesco Nico Rosberg a vincere davanti al nuovo campione del mondo Hamilton e ai ferraristi Sebastain Vettel – per l’ennesima volta sul podio quest’anno – e Kimi Raikkonen.

Infine il mondo dello sport è stato sconvolto dall’ennesimo scandalo doping. Infatti Sebastian Coe, presidente della Federazione Internali di Atletica Leggera (IAAF), sulla base della documentazione fornita dalla Wada (commissione indipendente dell’Agenzia Mondiale Antidoping) ha annunciato dopo la riunione straordinaria tenutasi in video conferenza, con voto quasi unanime (22 voti a favore u uno – quello del rappresentante russo- contro) che gli atleti russi  sono sospesi con effetto immediato, anche se con carattere provvisorio.

A quanto è dato di conoscere la Federatletica russa con capo Vitali Mutko ha tenuto nascosti ben 155 test antidoping positivi.

Pertanto al momento tutti i componenti della nazionale russa di atletica leggera, alcuni di spessore come l’ostalicolista campione del mondo Sergey Shubenkov e l’astista al femminile primatista del mondo Yelena Isinbayeva, non potranno partecipare ai grandi eventi del 2016, tra cui le Olimpiadi di Rio de Janeiro.

Ferdinando Capicotto

Related posts

Sport 360 – Calciatori Algeria donano premio Mondiali ai bimbi di Gaza

admin

Sport 360 – Caos Martina, esonerato Cari

admin

Editoria, l’almanacco “Pianeta Scuole Calcio” arriva in edicola

admin