Sport 360

Sport 360 – Nole Djokovic, “semplicemente” il numero uno

banner

Altri sport_sport 360_basket_vollei_moto_karate_scherma_tennisSi è conclusa la lunga stagione del grande tennis con gli  due eventi importanti.

Il primo –  ATP WORLD TOUR  FINALS – sì è svolto a Londra dal 15 al 22 novembre con la partecipazione dei migliori otto atleti del ranking mondiale, con la vittoria scontata del serbo Novak Djokovic, autentico dominatore della stagione, che in finale ha sconfitto nettamente lo svizzero Roger Federer con il punteggio di 6-3  6-4 dopo circa un’ora e mezzo di gioco.

Il secondo evento –la finale di Coppa Davis – si è disputata a Gand in Belgio tra i padroni di casa e la Gran Bretagna con il successo di quest’ultima per 3 a 1, grazie ad un Andy Murray perfetto che ha vinto i suoi due singolari  ed in coppia col fratello Edmund il doppio.

Era dal 1936 che la Gran Bretagna non vinceva questo ambitissimo trofeo a squadre.

Con il gran Premio di Abu Dhabi ha avuto termine anche il campionato di Formula Uno di automobilismo.

Anche quest’ultima gara non si è discostata dalle precedenti con il dominio delle Mercedes con Nico Rosberg a vincere davanti al campione del mondo Lewis Hamilton e al ferrarista Kimi Raikkonen che ha preceduto l’altro ferrarista Sebastian Vettel.

E’ iniziata in via definitiva dopo il prologo di Soelden la grande stagione degli sport invernali.

Nello sci alpino questo week end ha visto lo svolgimento di ben 5 gare.

I maschi sono stati impegnati nelle due discipline veloci a Lake Louise in Canada: nella discesa libera  ha vinto il rientrante norvegese -dopo un anno di assenza per infortunio – Aksel Lund Svindal per un solo centesimo sull’azzurro Peter Fill mentre terzo è finito il canadese Travis Ganong; nel supergigante il norvegese ha fatto il bis davanti all’austriaco Mathias Mayer e di nuovo a Peter Fill che quindi ha ottenuto due  podi in questo week end

Per il trentatreenne altoatesino di Castelorotto è il tredicesimo podio in carriera.

Le donne invece hanno disputate tre gare ad Aspen – dove è stato recuperato lo slalom non disputato a Levi (Finlandia).

Nel gigante si attendeva la conferma di Federica Brignone, la quale scesa con pettorale n. 1, ha disputato un’ ottima prima manche alle spalle solo della statunitense Mikaele Shiffrin. Purtroppo però nella seconda manche, complice la scarsa visibilità, non si è ripetuta. Alla fine il computo totale dei tempi ha dato ragione alla svizzera Lara Gut davanti all’austriaca Eva Maria Brem con l’azzurra soltanto terza, complice anche l’errore della Shiffrin che ha buttato alle ortiche una vittoria certa cadendo  a poche porte dall’arrivo.

La statunitense si è ampiamente rifatta nei due slalom successive dominandoli e infliggendo distacchi incredibili alle seconde classificate.

Nel recupero della gara di Levi, la Shiffrin ha inflitto ben tre secondi e sette centesimi –mai nessuno era riuscito a tanto in questa specialità—alla seconda Veronica Zuzulova ; nel secondo slalom invece a ventenne  di Vail ha preceduto la svedese Frida Hansdotter di due secondi e 65 centesimi.

Nello slittino è iniziata la Coppa del Mondo e grande vittoria a Igls (Austria) dell’azzurro Dominik Fischnaller– che ha approfittato della squalifica (per materiale non conforme)  del favorito, il tedesco Felix Loch-  per trionfare nel budello austriaco precedendo i padroni di casa Armin Frauscher e Wolfgang Kindl.

A Oestersund  (Svezia) è iniziata la coppa del mondo di biathlon con la disputa di due staffette miste vinte entrambi dalla Norvegia con gli azzurri (Lisa Vittozzi e Christian De Lorenzi) noni , mentre il quartetto-  orfano delle punte Wierer e Hofer – composto Oberhofer Gontier Windish e Bormolini ha chiuso con un delidente ventisduesimo posto complice una frazione disastrosa al lancio di Karin oberhofer.

E’ iniziata anche la coppa del mondo di sci di fondo con la Ruka Triple di Kuusamo in Finlandia con dominio norvegese sia in campo maschile con tre atleti ai primi posti . Vincitore Martin Johnsrud Sundby davanti al favorito Petter Northug sia in campo femminile con Therese Johaugg che ha preceduto la ventiduenne svedese Stina Nilsson.

Da segnalare in campo maschile l’ottimo piazzamento – quarto- dell’azzurro di Aosta Francesco De Fabiani.

Nell’Eurolega di basket ennesima sconfitta –la sesta su sei incontri – per la Dinamo Sassari a Mosca contro il CSKA per 93 a 87, offrendo comunque un eccellente prestazione;  l’Olimpia Milano ha battuto con enorme sofferenza i turchi dell‘ Efes  Istanbul per 88 a 84.

Seconda vittoria pertanto per Milano anche se le top 16 sono al momento un miraggio.

Per chiudere due grandi atleti dello sport mondiale diranno addio alla fine della stagione agonistica.

Infatti sia Kobe Bryant, grande cestista dei Los Angeles Lakers, sia Valentina Vezzali straordinaria schermitrice italiana di Jesi hanno deciso di chiudere con lo sport agonistico prima delle Olimpiadi di Rio.

Ferdinando Capicotto

Related posts

Mondiali Brasile, time out durante partite?

admin

Supercoppa Lega Pro, Salernitana perde ”gara 1” a Novara

admin

Mountain Bike. Successo per la prima edizione del Trofeo Pineta di Siano – La Photogallery

admin