Sport 360

Sport 360: Rossi-Lorenzo, resa dei conti a Valencia

banner

Altri sport_sport 360_basket_vollei_moto_karate_scherma_tennisIl mondiale di moto Gp è ormai giunto all’epilogo. Si è disputato il G.P. della Malesia sul circuito di Sepang dove ha trionfato Dani Pedrosa su Honda davanti a Jorge Lorenzo su Yamaha e Valentino Rossi. Jorge Lorenzo pertanto recupera in classifica generale e si porta a soli 7 punti dall’italiano e sarà decisiva l’ultima prova che si svolgerà a Valencia l’8 novembre. La gara di Sepang purtroppo sarà ricordata per l’assurdo regolamento di conti tra Rossi e Marc Marquez con quest’ultimo finito a terra dopo un contatto con Valentino, accusato di aver colpito con un calcio lo spagnolo, reo – a sua volta –secondo Rossi di favorire il connazionale Lorenzo nella corsa per il titolo. Per questa “scorrettezza” a Valencia Rossi partirà in ultimo fila.

La formula Uno ha invece espresso  nel G.P. degli Stai Uniti Lewis Hamilton campione del mondo. Secondo è giunto Rosberg; terzo il ferrarista Vettel. Si è disputato successivamente il G.P. del Messico in cui per l’ ennesima volta c’è stato il dominio Mercedes con Nico Rosber vincente e Hamilton secondo con le Ferrai di Vettel e Raikkonen out.

Nell’Eurolega di pallacanestro Sassari ha inanellato altre due sconfitte: in casa contro il fortissimo CSKA MOSCA per 78-107 in una partita senza storia e a Tel Aviv contro il Maccabi per 79 a 63, dopo aver giocato benissimo i primi due quarti chiusi in svantaggio di soli due punti.

Anche l’Olimpia Milano non è riuscita a fare meglio perdendo sia  a Istanbul contro l’Efes per 89 a 73 con un quarto periodo giocato in maniera assurda sia in casa contro l’Olimpiakos dell’ex Hackett per 66 a 71 dopo una partita equilibrata.

Nel tennis si sono svolte a Sigapore le finals del Tour Championship donne in cui ha vinto la  polacca Agnieszka Radwanska che ha  avuto la meglio in finale della ceca  Petra Vitkova per 6/2 -4/6  -6/3

Alle finali a 8 ha partecipato anche l’azzurra Flavia Pennetta che nel girone eliminatorio è stata sconfitta nettamente nella prima partita da Simona Halep (6/0-6/3); ha battuto successivamente la  futura vincitrice del torneo –   Radwanska –  per 7/6 -6/4; infine è uscita sconfitta contro la Sharapova per 7/5 -6/1 perdendo la possibilità di partecipare alle semifinali.

Contro la Sharapova è stata l’ultima partita della carriera disputata dalla azzurra salvo ripensamenti.

A Basilea Roger Federer ha vinto il torneo al coperto sul cemento battendo Rafa Nadal in tre set 6/3  -5/7 – 6/3.

Si è conclusa la World Cup di Rugby con la finalissima tra la Nuova Zelanda – giunta in finale battendo dopo una partita sofferta il Sud Africa per 20 a 18 –  e l’Australia che aveva matato in semifinale l’ Argentina  col punteggio di 29 a 15.

La finale al Twickenam Stadium di Londra è stata vinta dagli All Blacks neozalendesi per 34 a 17, dopo una sfida equilibrata per i soli primi 30 minuti. La Nuova Zelanda  tra la fne del primo tempo e l’inizio del secondo ha messo tra se e i Wallabies un divario incolmabile di 18 punti.  L’Australia era riuscita a ridurre a soli 4 punti a 15 minuti dalla fine approfittando anche dell’espulsione a tempo di Smith, ma nel finale Carter e Co grazie a un drop, un piazzato e una meta trasformata hanno ristabilito le distanze.

Infine è iniziata la grande stagione degli sport invernali con la famosa gara di apertura di sci alpino sul ghiacciaio Rettenbach di Soelden.

Prima vittoria azzurra  nello slalom gigante femminile dove ha trionfato Federica Brignone – autrice di una grande prima manche, dove ha dato distacchi abissali alle rivali – davanti alla statunitense Mikaela Shiffrin staccata di 85 centesimi e all’atleta del Lichtenstein Tina Weirather.

Complessiva buona prova delle azzurre che hanno piazzato al nono posto Irene Curtoni, all’undicesimo Nadia Fanchini, al dodicesimo Manuela Moelgg, al quattordicesimo Elena Curtoni e al sedicesimo Sofia Goggia al rientro dopo un brutto infortunio.

Era dal gennaio del 2008  con il trionfo di Denise Karbon sulla pista di Ofterschwang  che un’italiana non vinceva uno slalom gigante in Coppa del Mondo.

Nella stessa gara al maschile si è imposto dopo una battaglia incredibile lo statunitense Ted Ligety che preceduto di soli 15 centesimi il Francese Thomas Fanara e di 17 il favorito austriaco Marcel Hirscher.

Quarto nettamente staccato a quasi due secondi Roberto Nani che ha preceduto l’altro grande specialista del gigante, il francese Alexis Pintureault. Discreta prova di Florian Eisath undicesimo e di Giovanni Borsotti tredicesimo

Ferdinando Capicotto

Related posts

Catanzaro Sport Village: ecco il programma

admin

“Giornata Mondiale del rifugiato e del migrante”: la partecipazione dell’US

admin

Sport 360 – Tutto pronto per la seconda Edizione del Memorial “Giovanni Ciancio”

admin