Sport 360

Sport 360: Solito immenso Nole Djokovic

banner

Altri sport_sport 360_basket_vollei_moto_karate_scherma_tennisNole Djokovic ha cominciato l’anno nuovo così come aveva terminato quello scorso: vincendo. Agli Australian Open – prima prova dello Slam – ha battuto in finale Andy Murray con il punteggio di 6-1; 7-5; 7-6.  Con questo successo il serbo ha conquistato l’undicesimo Slam eguagliando i mitici Bjorn Borg e Rod Laver e ottenuto la sesta vittoria agli Australian Open. In campo femminile grandissima sorpresa: la favoritissima Serena Williams è stata sconfitta dalla N. 7 del ranking la tedesca Angelique Kerber con il punteggio di 6/4 -3/6 -6/4 dopo una battagli durata oltre due ore. Anonime le prestazioni degli azzurri.

Nel campionato italiano di pallacanestro regna l’equilibrio con Milano in testa dopo 17 giornate con 26 punti davanti al trio Cremona, Reggio Emilia e Pistoia che di punti ne hanno 24.

La notizia più importante però riguarda la nomina di commissario Tecnico della nazionale azzurra Ettore Messina al posto di Simone Pianigiani.

Al nuovo coach viene chiesto di portare l’Italia alle Olimpiadi tramite il torneo preolimpico che si svolgerà a Torino con gli azzurri che hanno pescato avversari  nel girone eliminatorio come la Croazia e la Tunisia per poi in caso affrontare la Grecia in finale.

Si sono chiusi a Belgrado gli Europei di pallanuoto dove in campo maschile ha trionfato la nazionale di casa della Serbia che ha matato la nazionale del Montenegro (che aveva battuto l’Italia ai quarti) per 10 a 8 – gli azzurri hanno chiuso il torneo al sesto posto battuti dalla Spagna per 8 reti a 7.

In campo femminile finale senza storia con l’Ungheria che ha battuta l’Olanda con il punteggio di 9 a 7.

Le azzurre hanno ottenuto un lusinghiero terzo posto battendo la nazionale spagnola per 10 a 9.

Lo sci alpino in campo maschile si è trasferito in Austria dapprima  nella località di Kitzbuhel dove si sono svolti un supergigante con trionfo del norvegese AKseel Lund Svindal, una combinata con podio tutto francese e vittoria di Alexis Pinturault, uno slalom con vittoria di un soffio del norvegese Henrik  Kristoffersen davanti all’idolo di casa Marcel Hirscher con un ottimo quinto posto di Patrick Thaler e il grave infortunio a Giuliano Razzoli con stagione finita per lui, e una discesa libera sulla mitica Streif dove ha trionfato l’azzurro Peter Fill, con terribili cadute prima della diagonale dell’’Hausbergkante soprattutto quella di Svindal che ha chiuso la stagione, lasciando campo libero nella classifica generale a Hirscher che potrebbe così vincere la quinta coppa del mondo consecutiva.

Trasferimento poi a Schladming per lo slalom della Night Race con nuova vittoria di  Kristoffersen sempre davanti a Hirscher; nel supergigante di Garnish vittoria a sorpresa del norvegese Aleksander Aamodt Kilde che partito col numero 30 ha beffato la concorrenza.

In campo femminile doppia vittoria a Cortina di Lindsay Vonn sia in discesa sia in super g, mentre nel gigante di Maribor vittoria della tedesca Viktoria Rebensburg.

Anterselva è stato teatro della tappa di Coppa del Mondo di biathlon dove i russi l’hanno fatta da padrona vincendo quattro prove con Olga Podchifarova nella sprint donne, Ekaterina Yurlova nell’inseguimento donne, Anton Shipulin  nell’inseguimento uomini e Russia nella staffetta uomini.

La Sprint maschile è stata vinta dal tedesco Simon Schempp al quinto successo consecutivo nella località trentina, mentre la staffetta uomini ha visto il trionfo della Francia.

Per quanto riguardo gli azzurri grandissime prestazioni di Dorothea Wierer giunta seconda nella sprint, terza nell’inseguimento.

A Koenigssee, in Germania, si sono disputati i mondiali di slittino che hanno visto il trionfo dei tedeschi  che hanno vinto sei delle sette gar; nelle più attese  Felix Loch –al quinto oro mondiale- ha vinto in campo maschile, mentre Natalie Geisenberger  in campo femminile.

Per gli azzurri due bronzi ottenuti dagli altoatesini Christian Oberstolz e Patrick Gruber entrambi nel doppio- sia sprint sia in due manche- al quarto podio mondiale in carriera.

Ferdinando Capicotto

Related posts

Sport 360 – Firenze come Catanzaro: società in vendita

admin

Sport 360 – Finale Playoff B, al Cesena il match d’andata

admin

Sport 360 – L’Italia vola ad Euro 2016

admin