Sport 360

Sport 360 – Tornano i motori: Rossi e la “Rossa” dietro

banner

Altri sport_sport 360_basket_vollei_moto_karate_scherma_tennisIn primavera iniziano gli sport che ci accompagneranno fino in autunno.

Con il Gran Premio di Australia disputatosi a Melbourne  è iniziata la Formula Uno.

E’ sembrata la continuazione delle gare dello scorso anno con il dominio delle Mercedes che hanno piazzato Nico Rosberg sul gradino più alto del podio e il campione del mondo uscente Lewis Hamilton al secondo posto; terza la Ferrari di Sebastian Vettel.

La moto GP invece ha avuto il suo inizio in Qatar con la vittoria del campione del mondo Jorge Lorenzo, davanti ad Andrea Dovizioso e Marc Marquez. Solo quarto Valentino Rossi che ha rinnovato il contratto con lo lega alla Yamaha.

E’ iniziata anche  la grande stagione del ciclismo con le classiche di primavera.

La classicissima di San Giuseppe, la Milano-Sanremo ha avuto il solito epilogo in volata, visto che il Poggio non è più selettivo come una volta.

Ha vinto a sorpresa il francese Arnaud Demare davanti al britannico Ben  Swift, con Filippo Pozzato ottavo primo degli italiani.

Il successo del francese è stato accompagnato  da polemiche visto che l’italiano Matteo Tosatto ha accusato il francese di essersi attaccato alla propria ammiraglia all’inizio della salita della Cipressa quando era staccato dal gruppo.

Si è svolta anche la prima classica in Belgio la Gand Wevelgem che ha visto la vittoria dell’iridato Peter Sagan.

Purtroppo la gara è stata funestata dalla morte del venticinquenne ciclista belga Antoine Demoitiè, investito da una moto durante la gara.

Si sono disputati a Portland i mondiali indoor di atletica leggera in cui è da registrare l’incredibile successo nel salto in alto dell’azzurro Gian Marco Tamberi con la misura di mt. 2,36, battendo due fra i migliori specialisti al mondo: il britannico Grabarz e lo statunitense Kynard entrambi fermatisi a mt. 2,33.

Nelle altre gare vittoria nei 60 metri dell’atleta USA Traivon Brommel con 6”47 che ha preceduto il favorito Asafa Powell che chiuso con 6”50, mentre nel salto con l’asta record dei campionati per il francese Renaud Lavillenie che è voltato a mt. 6,02; nei 60 ostacoli vittoria del giamaicano Omar Mc Leod con l’ottimo tempo di 7”41, il britannico Thomas Walsh ha vinto il getto del peso con la straordinaria misura di mt. 21,78, mentre Ashley Eaton, atleta USA, ha vinto il decathlon con 6470 punti

In campo femminile straordinarie prove dell’atleta di Burundi Francine Niyonsaba  che ha vinto gli 800 in 2 minuti e un centesimo, della statunitense Brittney Reese che conseguito il successo il salto in lungo con la ragguardevole misura di mt. 7,22; di Jennifer Suhr che vinto il salto con l’asta con mt. 4,90, di Barbara Pierre, Usa, che ottenuto l’oro nei 60 mt in 7”02 precedendo l’olandese volante Dafne Schippers,

Si è concluso il torneo delle sei nazioni di rugby che ha visto il trionfo inglese vincenti in tutte e 5 le partite disputate; per gli azzurri invece cucchiaio di legno essendo stata sempre sconfitta, l’ultima rimediata in Galles con il risultato di 67 a 14; l’ultimo posto è costato l’addio alla nazionale all’ allenatore Jacques Brunel.

Nella pallacanestro guida la regular season sempre l’Olimpia Milano che ha vinto 20 partite su 25, davanti a Reggio Emilia staccata di due vittorie.

Nella top 16 invece guidano i i turchi del  Fenerbahce con 10 vittorie nel girone E, ed il CSKA mosca nel girone F con 8 vittorie su 12 partite.

Nell’Eurocup Trento ha eliminato Milano nei quarti di finale vincendo il doppio confronto , in semifinale sfiderà i francesi dello Strasburgo.

Nella Coppa CEV di pallavolo maschile due squadre azzurre hanno raggiunto la final four di Cracovia la Lube Treia e la Trentino volley che si scontreranno in una sfida fratricida, per raggiungere la finale.

Con il week end svizzero di Sant Moritz si è conclusa la stagione dello sci alpino che ha visto nell’austriaco Marcel Hirscher, alla sua quinta vittoria consecutiva, e nella svizzera Lara Gut –alla sua prima volta- i vincitori della  COPPA DEL MONDO.

L’austriaco  è il primo atleta al maschile ad ottenere un risultato simile, solo la sua connazionale  Anne Marie Moser Proell era riuscita ad una simile impresa, favortio anche dai regolamenti che negli anni 70/80 non hanno consentito al più grande di tutti i tempi , lo svedese Ingemar Stenmark di ottenere risultati simili se non migliori.

Per gli azzurri vittoria nella coppetta di discesa libera per il trentatreenne di Bressanone Peter Fill  e discreto bilancio finale con 7 ben sette vittorie.

Il biathlon ha avuto la sua conclusione con le gare di Khathy Mansisk in Russia che hanno celebrato la vittoria in Coppa del Mondo del fenomeno francese Martin Fourcade, in campo maschile, e della bellissima ceca Gabriela Soukalova in campo femminile.

Per il francese ormai non esistono più aggettivi essendo alla quinta vittoria consecutiva, mentre per la ceca si tratta della prima affermazione.

Per gli azzurri grandissima annata per Dorothea Wierer con oltre a vincere 3 gare individuali e una in staffetta e trionfare nella coppetta dell’individuale ha ottenuto anche un terzo posto nella classifica generale , un secondo posto nella classifica dell’inseguimento e un terzo posto nella classifica delle sprint, oltre che la medaglia d’argento nella pursuit dei mondiali di Oslo.

Gli sport invernali danno appuntamento alla prossima stagione.

Ferdinando Capicotto

 

Related posts

Sport 360 – Non basta il cuore, Italia fuori ai rigori con la Germania

admin

Prove tattiche e solidarietà: tutti uniti per Fabrizio

admin

Sport 360 – Finale Playoff B, al Cesena il match d’andata

admin