Si chiude con il posticipo serale di Erice, la decima giornata del girone C.Trapani e Catanzaro regalano tantissime emozioni ai tifosi, sia a quelli presenti sulle gradinate del “Provinciale”, che ai tanti seduti davanti la Tv. Dopo un primo tempo con i padroni di casa convinti d’aver chiuso la partita, in vantaggio di tre gol (Reginaldo, Bastoni e Maracchi, autori di tre gol strepitosi, sembrano davvero imprendibili per gli ospiti), Zanini dapprima riapre l’incontro con un gran sinistro da fuori, poi regala l’assist per il momentaneo 3-2 di Infantino; infine, Onescu sigla il definitivo 3-3. E ci sarebbe spazio anche per il 4-3 delle Aquile, che avrebbe del clamoroso, se non fosse per il portiere granata Furlan che si supera mandando in angolo il tiro da fuori area di (neanche a dirlo) Zanini. Ma va bene così, onore alla reazione degli uomini di Dionigi che, abbracciato e festeggiato dai suoi a fine gara, dimostra di credere fino in fondo alla difficile rimonta. A questo punto, i granata agganciano al sesto posto il Francavilla che osservava il turno di riposo.

Allunga in vetta il Lecce che espugna il difficile campo del Matera con un gol al 17’ del secondo tempo di Mancosu, distaccando di quattro lunghezze il Catania che, inaspettatamente, cede al “Massimino” l’intera posta in palio nel derby alla Sicula Leonzio: al 34’ bianconeri in vantaggio con un bel diagonale di Squillace, raddoppiando al 67’ con Bollino. Il Catania riesce solo ad accorciare a cinque minuti dalla fine con Bogdan, sugli sviluppi di un corner. Delusione per mister Lucarelli nel post partita.

In caduta libera la Casertana alla quarta sconfitta consecutiva in casa: anche il Siracusa esce a pancia piena dal “Pinto”, dopo Akragas, Virtus Francavilla e Monopoli, vincendo di misura, grazie ad una rete di Scardina, che permette agli aretusei di agganciare la quarta posizione; i falchetti di mister D’Angelo rimangono a sette punti, penultimi in classifica e con uno “zero” preoccupante sulla casella “gol fatti in casa”.

La Reggina strappa un buon punto a Monopoli trovando il meritato vantaggio con Marino, nel primo tempo. Genchi non perdona l’unico errore amaranto e batte Cucchietti, pareggiando i conti: un punto che permette alla Reggina di salire a quota tredici punti in classifica mentre al Monopoli di riconquistare la seconda posizione, in tandem con il Catania.

La Juve Stabia termina positivamente la doppia trasferta siciliana e dopo il pareggio di Lentini, vince in rimonta per 2 a 1 sul neutro di Siracusa ai danni dell’Akragas: primo tempo avaro di emozioni, ma ci pensa Viola ad accendere la gara infilando accidentalmente nella sua porta un cross di Gjuci. Il centrocampista delle vespe riesce a farsi perdonare dopo appena sei minuti, servendo l’assist a Canotto in area di rigore che insacca il pareggio. A venti minuti dalla fine, ancora protagonista Canotto che sfrutta un errore di Rotolo e serve il pallone a Simeri che, appena entrato, supera con un perfetto diagonale l’estremo difensore di casa Vono, regalando così tre punti preziosi alla squadra di mister Caserta. Continua il momento positivo del Fondi che dopo aver superato in casa il Trapani, sbanca anche il “Degli Ulivi” per 3-1: una doppietta di Lazzari e un gol di Nolè, fanno sprofondare la Fidelis Andria all’ultimo posto in classifica. Solo una magistrale punizione di Curcio rende meno pesante il passivo.

Si rialza anche il Cosenza che batte al “San Vito-Marulla” il Bisceglie per due reti ad una. Braglia ottiene le risposte che cercava dai suoi giocatori che, con determinazione, ottengono la prima vittoria tra le mura amiche. Il vantaggio rossoblu è siglato da Loviso su calcio di rigore al 20’, raggiunto subito dopo da Petta: ci pensa Mungo a risolvere la partita nella ripresa.

Non stupisce più nessuno, ormai, l’ex “matricola” Rende, che al “Lorenzon” castiga una coriacea Paganese. Il gol vittoria è di Rossini al 63’, abile ad infilare l’angolo: quattordici punti per i biancorossi di Trocini, ora in zona playoff, risultato difficilmente auspicabile ad inizio stagione.

 

Danilo Ciancio

Related posts

“E’ successo in…” – 33^ Giornata

admin

“E’ successo in…” – 6^ Giornata

admin

“E’ successo in…” – 33^ giornata

admin