Nella 12^  giornata di campionato del girone C, rallenta la corsa la capolista Lecce, “stoppata” sul pari dalla Fidelis Andria, fanalino di coda un 1-1 che sta persino stretto ai biancoazzurri (ancora alla ricerca della prima vittoria in campionato), in vantaggio con il gol di Lattanzio e raggiunti solo al 93’ da un colpo di testa di Riccardi.

I salentini comunque allungano di un punto sulla seconda in classifica, complice il turno di riposo del Monopoli, a sua volta raggiunto a ventidue punti dal Catania che al “Massimino” si sbarazza facilmente del Bisceglie: agli etnei è sufficiente la prima mezzora per avere la meglio dei pugliesi, grazie alla doppietta di Curriale e alla marcatura di Di Grazia. Nella seconda frazione di gioco, la squadra di Zavettieri accorcia le distanze con Jocanovic, prima del definitivo 4-1 di Russotto.

Continua il momento positivo del Trapani che vince anche contro l’Akragas, pur non brillando: è Silvestri al 24’ del primo tempo a regalare i tre punti ai granata, sbrogliando di testa una mischia nell’area di rigore dei Giganti. Cade inaspettatamente in casa il Siracusa, cedendo l’intera posta in palio alla Paganese che fa la sua bella figura al “De Simone”: azzurostellati in vantaggio ad inizio gara con un rigore di Scarpa, bravo nel secondo tempo a siglare anche il raddoppio, in contropiede. Il terzo gol di Cesaretti di fatto affossa i Leoni che con Scardina e Magnani provano a riaprire l’incontro, ma il risultato finale resta 3-2 per i campani.

Si fa sotto anche la Virtus Francavilla che, grazie ad un imperioso stacco di testa di Maccarrone dopo sette minuti dall’avvio, batte un Catanzaro sicuramente volenteroso ma sfortunato, soprattutto nel secondo tempo, quando Infantino colpisce prima un clamoroso palo e sulla ribattuta non riesce ad inquadrare la porta, sparando incredibilmente alto. Poco tempo per riflettere sugli errori: martedì pomeriggio al “Ceravolo” arriverà il pericoloso Monopoli dell’ex giallorosso Sarao.

Matera e Juve Stabia si dividono i punti in un “classico” del Girone C, ma sono le Vespe a recriminare di più per il mancato blitz al “XXI Settembre-Franco Salerno“: alla rete di Viola risponde in pieno recupero Scognamiglio per i lucani.

Una Sicula Leonzio in ombra si fa superare per 1-0 da un Rende che al “Lorenzon” sa come farsi rispettare e ottiene il massimo risultato con il minimo sforzo: è una punizione di Laaribi al 34’ a decidere l’incontro, dopo una serie di azioni non capitalizzate dai siciliani.

Pareggio amaro per il Cosenza, che si fa rimontare il gol di Mungo (destro forte e preciso sotto la traversa) da un Fondi rimasto persino in dieci nell’ultima mezzora, a causa dell’espulsione di Quaini; tuttavia, allo scadere, gli ospiti trovano con Nolè l’insperato pareggio.

Unico risultato ad occhiali della giornata, viene registrato al “Pinto” tra Casertana e Reggina: tanto nervosismo e poco gioco è il riassunto della gara tra rossoblu e amaranto.

 

Danilo Ciancio

Related posts

“E’ successo in…” – 21^ Giornata

admin

“E’ successo in…” – 28^ giornata

admin

“E’ successo in…” – 32^ giornata

admin