Si conclude con il posticipo serale del Ceravolo la 23.ma giornata del girone C di Lega Pro. Non basta al Catanzaro un buon primo tempo e un gol di Prestia per battere il Lecce che riesce a capovolgere con Dumbia e Lepore il risultato aggiudicandosi i tre punti e riprendendosi la vetta della classifica a 49 punti, sia pur in tandem con il Matera. La squadra di Auteri in casa riesce a superare di misura con il gol nella ripresa di Ingrosso su calcio d’angolo una buona Vibonese che rimane ultima in classifica a 15 punti. Sfrutta il turno casalingo anche il Foggia che segue ad un punto di distanza la coppia in vetta, grazie ad una vittoria travolgente per 5-1 sulla squadra finora rivelazione del campionato, la Virtus Francavilla che si fa così raggiungere in quinta posizione dal Cosenza vittorioso a Melfi grazie ad una doppietta del francese Baclet. In alto, delude la Juve Stabia che rimane ferma al quarto posto a seguito di una inaspettata sconfitta ad opera di un Messina che nonostante le difficoltà societarie fa sua la vittoria grazie ad un gol dalla distanza di Nardini.

Si fa avanti il Catania (7° posto) grazie ai gol di due ex giallorossi, Tavarez e Russotto, superando per 3-1 una volenterosa Reggina che riesce solo ad accorciare le distanze sul finale con De Francesco: di Marchese la prima rete del Catania. Divisione della posta anche tra Monopoli e Siracusa che viaggiano a metà classifica, botta e risposta tra Esposito e Azzi nel primo tempo. Un euro-gol del giovane Sicurella in pieno recupero evita all’Akragas la sconfitta interna con il Fondi che con il pareggio si mantiene in zona play off. La Fidelis Andria sale a 31 punti grazie ad un buon pareggio in terra campana contro la Paganese che solo grazie ad un rigore di Reginaldo (molti lo ricorderanno come ex attaccante di Parma e Fiorentina) a 5 minuti dalla fine evita la sconfitta interna. Infine a reti bianche Taranto-Casertana, solo un sussulto in tutta la gara con la traversa di Magnaghi nel primo tempo per i padroni di casa in una gara con poche emozioni, con i pugliesi che continuano a stazionare in posizioni di classifica pericolose.  

 

Danilo Ciancio

 

Related posts

“Dirty Soccer” fa tremare l’US: chiesti -3 punti. Mercoledì Giampà e Cosentino in Procura

admin

Catanzaro vs Gubbio – La Photogallery

admin

Lupa Castelli ultimo appello: tra poco in campo

admin