Nella 25^ giornata di lega pro girone C, unica vincente nel terzetto di testa è il Lecce di Pasquale Padalino che riconquista il primato battendo per 2-1 un Siracusa per niente domo: è Caturano a siglare il vantaggio dei salentini su calcio di rigore nel primo tempo. Siciliani sfortunati nella ripresa quando dagli undici metri Catania fallisce il pareggio mentre subito dopo Malerba realizza goffamente un’autorete che vale il 2-0 per il Lecce. Solo nel finale il Siracusa accorcia con De Silvestro.

Il Foggia perde il derby col Taranto e la vetta della classifica: Magnaghi e De Giorgi regalano la vittoria a mister Ciullo proprio nel giorno dell’esordio sulla panchina.    

La Virtus Francavilla continua a stupire e viola il campo del Matera (al secondo ko consecutivo): doppietta di Nzola e gol di Alessandro valgono il quinto posto solitario per il Francavilla, di Carretta e Lanini i gol della squadra lucana alla prima sconfitta casalinga in campionato.

Continua a rallentare la Juve Stabia, che non va oltre al pareggio interno contro la matricola Fondi: botta e risposta Inzillo – Giannone. La Paganese chiude i conti nel primo tempo sul campo del Monopoli: 2-0 per la squadra di Grassadonia, in gol con Cicerelli e Della Corte.

Grazie alle doppiette di Coralli e D’Orazio , Cosenza e Reggina pareggiano il derby al Gigi Marulla: amaranto due volte in vantaggio ed entrambe le volte raggiunti, con il definitivo 2-2 siglato solo a pochi minuti dalla fine. Corsara la Fidelis Andria sul campo del Melfi: di Cianci e Croci le firme pugliesi mentre per il fanalino Melfi il gol è siglato da Marano. Impresa anche per la Vibonese che grazie alla vittoria in rimonta sul campo della Casertana lascia l’ultimo posto in classifica: campani in vantaggio con Rajcic, raggiunti e superati dai gol di Sowe e Piroska. Vibonese in dieci per quasi tutto il secondo tempo, per l’espulsione di Viola.

In ottica salvezza, preziosa vittoria dell’Akragas che batte 2-1 il Catania, che era riuscito a passare in vantaggio su rigore con Mazzarani; la squadra di Di Napoli rimonta grazie ai gol di Pezzella e Salvemini. Gli etnei sciupano il rigore del possibile pareggio a tempo scaduto sempre con Mazzarani che si fa ipnotizzare da Sepe. In coda, infine, il Catanzaro non riesce a gestire il vantaggio al San Filippo di Messina grazie all’eurogol di Carcione: Anastasi e De Silva approfittano di due errori della retroguardia calabrese ribaltando il risultato e costando l’esonero di Zavettieri sulla panchina delle Aquile.

 

Danilo Ciancio

Related posts

“E’ successo in…” – ultima giornata

admin

“E’ successo in…” – 9^ giornata

admin

“E’ successo in…” – 22^ Giornata

admin