Finisce con il posticipo serale disputato al “San Vito-Marulla” tra Cosenza e Reggina, la 26^ giornata del girone C. Un derby che si conclude in parità con un gol per parte: in vantaggio i Lupi nel primo tempo con un rigore realizzato da Bruccini, nella ripresa arriva il pari degli amaranto con Hadziosmanovic.

Altro tassello verso la promozione diretta lo aggiunge il Lecce che pareggia sul neutro del “Massimino“ una partita “calda” contro la Sicula Leonzio considerata la prevedibile presenza di tifosi etnei sugli spalti, accorsi a tifare “contro” la compagine salentina, diretta concorrente per la promozione in serie B: naturalmente i giallorossi sono scesi sul terreno di gioco con l’intento di portare a casa l’intera posta in palio, ma hanno dovuto fare i conti con la difesa siciliana e con la traversa che, per ben due volte, ferma le conclusioni degli attaccanti Saraniti e Narciso.

Clamorosa disfatta del Catania che al “Veneziani” si fa annichilire dal Monopoli, mettendo così in seria discussione la panchina di Lucarelli: finisce 5-0 una partita senza storia, nonostante l’assenza tra le file biancoverdi di Sarao: in gol Salvemini e Genchi nel primo tempo, nella ripresa dilagano i pugliesi con le reti di Sounas, Longo e Mangni. Per il Catania ora la prima posizione in classifica è sempre di più lontana.

Cerca di farsi sotto il Trapani che, con la vittoria per 4-1 sulla Paganese, prova ad insidiare il secondo posto: campani in vantaggio con Cuppone, si fanno rimontare dai gol di Scarsella, Evacuo, Marras e sul finale di Campanacci. Il Matera affonda il Siracusa al XXI Settembre Franco Salerno” anche se gli aretusei recriminano per un gol annullato apparso perlopiù regolare: decisivi gli attaccanti di casa Sartori e Casoli che, con due colpi di biliardo, regalano la vittoria e il settimo posto alla squadra di mister Auteri.

Cade inaspettatamente la Juve Stabia in casa contro il Bisceglie che, nelle sfida contro le campane dimostra di trovarsi a proprio agio: dopo le vittorie a Pagani e Caserta, la compagine nerazzurra viola anche il campo delle Vespe grazie ai gol di D’Ursi nel primo tempo e di Jovanovic in pieno recupero. In forma strepitosa il Rende, prossimo avversario delle Aquile, che liquida al “Lorenzon” con un perentorio 3-0 il Fondi e consolida il quinto posto in classifica: in gol Ricciardo , Actis Goretta e Ferreira. Vittoria sofferta per il Catanzaro che conquista tre punti preziosi sul campo del fanalido di coda dell’Akragas grazie ai gol di Spighi e Corado, mentre di Mileto era stato il gol del temporaneo pareggio per i Giganti.

Preziosa vittoria di una coraggiosa Casertana che sbanca il “Fanuzzi” di Brindisi e batte per 1-0 la  Virtus Francavilla: in dieci negli ultimi venti minuti per l’espulsione di De Rose, gli ospiti trovano l’inaspettato – ma meritato – vantaggio a tempo scaduto grazie ad una punizione imprendibile di Pinna, che dà così un po’ di respiro alla deficitaria classifica dei Falchetti. Turno di riposo per la Fidelis Andria attualmente in penultima posizione.

 

Danilo Ciancio

Related posts

“E’ successo in…” – 28^ giornata

admin

“E’ successo in…” – 27^ giornata

admin

“E’ successo in…” – 18^ giornata

admin