La lotta per il vertice del girone C di lega pro sembra ormai tutta e solo pugliese: Lecce e Foggia allungano mentre le inseguitrici perdono altro terreno. I salentini hanno la meglio su una coriacea Vibonese: sembrava tutto semplice grazie al vantaggio di Pacilli su rigore, ma il pareggio di Viola nel primo tempo riequilibra le sorti della gara fino a otto minuti dalla fine, quando Marconi trova il jolly da tre punti. Fatica anche il Foggia che solo nel finale di un match giocato nel segno dell’equilibrio trova il gol vittoria sul campo dell’Akragas con Di Piazza, dopo un rigore fallito da Mazzeo.

Il Matera crolla in casa e ciò certifica una crisi nera per la squadra di mister Auteri, costretta all’inferiorità numerica al 27′, per l’espulsione di Carretta. Il primo tempo finisce 1-0 per il Siracusa grazie alla rete di Azzi, mentre nella ripresa i siciliani dilagano con i gol di turati, Persano e Catania, allungando così in zona playoff. La Juve Stabia perde la sua occasione di superare al terzo posto il Matera, facendosi rimontare nel secondo tempo dalla Reggina: alla doppietta di Ripa e al gol di Marotta replicano Bangu, De Vito e Leonetti, che gelano il pubblico stabiese e regalano agli amaranto un punto d’oro.

In zona playoff recupera posizioni il Catania grazie alla vittoria rocambolesca nel derby di Messina: etnei in dieci già dopo otto minuti per l’espulsione di Gil, subiscono il vantaggio del solito Milinkovic ad inizio ripresa; Pozzebon e Barisic ribaltano però il risultato, favoriti anche dall’espulsione di Silva che lascia i peloritani in inferiorità.

Cade la Virtus Francavilla a Caserta, punita da un pallonetto dalla grande distanza di Carriero al sedicesimo del primo tempo. Grazie a questa vittoria la Casertana aggancia a 39 punti Cosenza e Fondi, che pareggiano 2-2 al San Vito: due volte in vantaggio con Calderini, i laziali si fanno rimontare prima con Mendicino e poi con D’Orazio. Il Monopoli in pieno recupero agguanta il pareggio in casa con l’Andria grazie a Genchi, che prima si fa parare dal portiere pugliese Pop il rigore e poi ribatte in rete: il momentaneo vantaggio pugliese di Aya.

Bollino rosso per il Catanzaro che esce sconfitto dallo Jacovone: di Magnaghi nella ripresa il gol della vittoria per il Taranto, che si allontana dalla zona playout, mentre il Catanzaro rimane quintultimo in classifica, insieme all’Akragas e alla Reggina. In fondo alla classifica, drammatica situazione del Melfi che perde 4-0 in casa con la Paganese, nella giornata d’esordio di Aimo Diana alla guida dei lucani: di Tascone, Bollino, dell’ex giallorosso Firenze (doppietta) le reti per gli azzurrostellati.  

Danilo Ciancio

Related posts

“E’ successo in…” – 26^ Giornata

admin

“E’ successo in…” – 16^ Giornata

admin

E’ successo in… 1^ giornata

admin