Con il posticipo serale del lunedì, il Foggia si aggiudica il derby con il Monopoli e mantiene la testa della classifica con 62 punti: basta solo un tempo ai ragazzi di mister Stroppa per chiudere la partita, prima con Chiricò e poi con Mazzeo che ribatte in rete il rigore da lui stesso calciato e respinto inizialmente dal portiere avversario Furlan. Il Lecce rimane in scia ad un punto grazie ad un gran gol dalla distanza di Costa Ferreira che supera l’ex giallorosso Pisseri, in gran giornata a difesa dei pali del Catania,: gli etnei con questa sconfitta restano per il momento fuori dai playoff.

Dopo cinque sconfitte consecutive, il Matera conquista di nuovo i tre punti e rimane saldamente al terzo posto: Di Lorenzo e Negro su rigore chiudono la gara già nel primo tempo contro una Reggina arrivata con buoni propositi in terra lucana, ma che nulla può contro la squadra di mister Auteri. Juve Stabia e Virtus Francavilla continuano a navigare nelle posizioni alte pur perdendo rispettivamente contro Paganese e Vibonese: il gol vittoria di Bollino per la Paganese nel derby con le vespe, costerà a fine gara la panchina a Gaetano Fontana. La Vibonese invece batte in casa 2-0 la squadra finora rivelazione del campionato, la Virtus Francavilla, grazie ai gol di Bubas e Sowe e continua così a sperare di lasciare l’ultima posizione: poco male per i pugliesi di mister Calabro che mantengono comunque la quinta posizione.

Sempre in zona playoff, Siracusa e Cosenza consolidano le posizioni a ridosso del Francavilla: gli azzurri di mister Sottil trovano a 5 minuti della fine il gol vittoria sul Fondi, grazie a Scardina che di testa non perdona; anche i lupi calabresi tornano alla vittoria in casa dopo tre mesi di astinenza grazie ai gol di Statella e Tedeschi che rimandano a casa una Fidelis Andria che solo sul finale trova il gol del definitivo 2-1 con Tito.

Unica partita senza reti tra Casertana e Messina: il punto accontenta entrambe le squadre che muovono così la classifica, i campani entrano a far parte della griglia dei playoff, mentre il Messina rimane in una zona tranquilla, anche se poco distante dai play-out.

Bollino rosso per il Catanzaro che esce sconfitto dal campo di Melfi per colpa di un’indecisione sul finale del proprio portiere De Lucia: la squadra di Aimo Diana sembra rinata dopo aver collezionato sette punti in tre gare, mentre per i giallorossi di mister Erra si concretizza sempre più lo spettro playout. A complicare la situazione, in un ambiente già segnato dalle delusioni, l’aggressione, a fine gara, di alcuni tifosi verso due giocatori giallorossi, per cui si è reso necessario richiedere l’intervento delle forze dell’ordine.

Perde, infine, dinanzi il proprio pubblico, il Taranto, che sciupa l’occasione per tirarsi fuori dalle sabbie mobili dei playout, “trattenuto” dall’Akragas, per il gol (uno per tempo) di Cocuzza su rigore e Coppola.

 

Danilo Ciancio

Related posts

E’ successo in… 22^ giornata

admin

E’ successo in… 24^ giornata

admin

“E’ successo in…” – Andata Terzo Turno playoff

admin