Nessun ribaltone in testa alla classifica dopo i due “monday night” di questa 30^ giornata di campionato. Ancora una volta è Saraniti a regalare i tre punti al Lecce che supera col minimo scarto il Cosenza nell’insidiosa trasferta del “San Vito” e torna a +7 dal Catania: nel finale è un super Perucchini a blindare il risultato con alcuni interventi strepitosi. Il Catania rimane comunque in scia, in attesa di qualche passo falso dei salentini e batte 2-1 la Reggina in una partita non priva di insidie: rossazzurri cinici nell’aggiudicarsi la sfida senza troppi patemi, grazie a Curriale mentre per gli amaranto il gol di Leazza a dieci minuti dalla fine non serve a riaprire l’incontro.

Passo falso del Trapani che, dopo quattro vittorie consecutive, frena in casa contro il Bisceglie e con ogni probabilità abbandona definitivamente qualunque pensiero di promozione diretta, mentre la lotta per il secondo posto rimane aperta: i nerazzurri in vantaggio con D’Ursi, subiscono il ritorno dei granata che ribaltano il risultato con Silvestri e Polidori, ma un eurogol di D’Ursi ristabilisce la parità per il 2-2 finale.

Rende e Juve Stabia si dividono la posta e rimangono entrambe sotto di un punto dal quarto posto occupato dal Matera che osservava il turno di riposo: pari in rimonta per le Vespe con Crialese che risponde a Cuomo. Un Siracusa sfortunato vince solo ai punti nella trasferta contro la Virtus Francavilla: finisce infatti a reti bianche la sfida al “Franco Fanuzzi” e per la squadra di D’Agostino è la decima partita senza vittoria.

Punto d’oro per la Paganese che ferma al “Simone Veneziani” il Monopoli con un pareggio per 1 a 1: a Cuppone risponde Mangni per i biancoverdi. Nell’altro posticipo serale, Alfageme lancia la Casertana verso i playoff e grazie ad un suo gol fa uscire dal “Pinto” il Fondi senza punti.

Sicula Leonzio in scioltezza contro il fanalino di coda Akragas, ormai rassegnato al destino della retrocessione: a segno per i lentinesi Bollino e Camilleri, con il risultato mai in discussione.

Sfida salvezza infine alla Fidelis Andria che supera un Catanzaro in crisi d’identità per 2-1: botta e risposta tra Lattanzio e Gambaretti nel primo tempo, mentre ad inizio ripresa è Quinto di testa a regalare i tre punti ai coratini. Neanche il tempo di leccarsi le ferite che mercoledì è di nuovo campionato nel turno infrasettimanale che vale la 31^ giornata di campionato.

 

Danilo Ciancio

Related posts

“E’ successo in…” – 35^ giornata

admin

“E’ successo in…” – 29^ giornata

admin

“E’ successo in…” – 36^ giornata

admin