Non cambia nulla al vertice del girone C di Lega. Foggia e Lecce continuano la corsa a due verso la promozione diretta, ma i rossoneri continuano a gestire il vantaggio di sei punti, a poche giornate dal termine. Come da pronostico (ma non era poi così scontato), i Satanelli sbancano il “Ceravolo” di Catanzaro, conquistando l’ottava vittoria consecutiva: gara nel complesso equilibrata, sbloccata da Di Piazza a poco meno di un quarto d’ora dalla fine, che di testa supera De Lucia. Poco dopo raddoppia Mazzeo in posizione molto dubbia di fuorigioco (ma a quanto pare era Esposito l’ultimo difensore giallorosso a tenere in linea l’attaccante pugliese). Per le Aquile, rende meno amaro il passivo Maita che, con un forte destro dal limite, supera l’estremo difensore ospite; ora la classifica fa davvero paura.

Il Lecce risponde con una vittoria per 3-2 al “Via del Mare” ai danni della Juve Stabia, in un match condotto in gran parte dai padroni di casa: in vantaggio al 30’ con Marconi e subito raggiunti da Paponi, i salentini riprendono le distanze con Tsonev sullo scadere del primo tempo e con Caturano (al diciannovesimo gol stagionale) all’80’, mentre in pieno recupero, l’esperto Cutolo segna il secondo gol per le Vespe, ferme comunque al quarto posto.

Con un pareggio casalingo a reti bianche contro la Fidelis Andria, il Matera di Auteri mantiene la terza posizione in una partita avara di emozioni. Anche il Siracusa vede sempre più vicini i playoff, dopo aver battuto 2-1 la Casertana grazie ai gol di De Silvestro e Catania.

Cosenza a valanga in casa del Monopoli. Gara a senso unico: dopo il vantaggio di Mendicino ed il momentaneo pareggio di Franco, i Lupi chiudono il primo tempo sul 3-1 grazie ai gol di Cacetta e sempre di Mendicino. Nel secondo tempo monologo silano, alla luce dei gol di Statella, Letizia e Mungo, mentre per il Monopoli unico squillo è di Vuthaj che vale il 6-2 finale. Il Catania riprende a vincere dopo cinque sconfitte consecutive e lo fa in casa con il minimo sforzo: Di Grazia sigla il gol vittoria, che riporta gli etnei in zona playoff. Preziosa vittoria della Paganese sul Fondi per 2-0, grazie alla doppietta dell’ex giallorosso Firenze, mentre un punto ciascuno per Akragas e Messina nel derby siciliano: il botta e risposta tra Klaric e Da Silva vale l’1-1. Tre punti d’oro in coda per la Reggina, che sbanca lo “Jacovone” di Taranto, grazie alla rete di Coralli, nonostante De Francesco nel primo tempo avesse fallito un penalty per gli amaranto: notte fonda per i pugliesi, agganciati al terzultimo posto dalla Vibonese, che si aggiudica la sfida salvezza di Melfi grazie al gol di Minerini a fine primo tempo.

 

Danilo Ciancio

Related posts

“E’ successo in…” – 6^ Giornata

admin

“E’ successo in…” – 28^ giornata

admin

“E’ successo in…” – 1^ giornata

admin