"E' successo in..." - Le gare della giornata

“E’ successo in…” – Primo turno Playoff, girone C

banner

Ormai è acclarato da anni: il primo turno dei playoff di Lega Pro rende più “pepati” gli spareggi per la promozione in Serie B, in un match in gara unica da disputare sul campo della squadra piazzata meglio al termine della regular season. Insomma, un vero e proprio “mini-torneo” che si protrarrà diverse settimane, e che vedrà incrociarsi il Nord e il Sud, offrendo sfide del tutto inedite!

Nel Girone C, la prima fase si chiude senza particolari sorprese, ad eccezione del risultato maturato a Siracusa: i Leoni di Sottil vengono battuti dalla Casertana con un secco 2-0 che, in questo modo, stacca il biglietto per Alessandria, dove disputerà la seconda fase. Playoff bestia nera per gli aretusei: infatti non basta un caloroso e festante pubblico al “De Simone” per avere la meglio sui Falchetti di mister Esposito che, con un gol per tempo di Giorno e Corado, affondano gli azzurri.

Con una doppietta di super Mungo, il Cosenza stende la Paganese davanti al suo pubblico, aggiudicandosi la seconda fase: ciò vuol dire doppia sfida col Matera, già qualificatosi, in quanto finalista della Coppa Italia di Lega Pro. Al termine di un primo tempo chiuso in parità, l’occasione ghiotta capita dopo appena 60” dall’inizio della ripresa sui piedi di Mauri, che si fa deviare il tiro a botta sicura, dal portiere rossoblù, sulla linea di porta, dove poi l’accorrente Corsi salva definitivamente in angolo. “Gol sbagliato, gol subito”: sul capovolgimento di fronte, i Lupi passano in vantaggio con Mungo, che spedisce sotto l’incrocio un cross di Mendicino dalla sinistra. Il raddoppio, al 70′, sempre con Mungo che questa volta ringrazia Corsi dell’assist al bacio. Gli ospiti, a quel punto, perdono la testa e Mauri colpisce con una gomitata  proprio Mungo, beccandosi il rosso diretto.

Il sogno playoff continua anche per la sorprendente Virtus Francavilla che pareggia sul sintetico “amico” di Fondi per 0-0, ed ottiene il pass per la seconda fase: adesso toccherà andare in Toscana, ad affrontare il Livorno. La formazione di mister Calabro, va’ avanti con merito grazie ad una gara fortemente tattica, tenendo bene fino al triplice fischio di Maggioni di Lecco: tutto il popolo biancazzurro è libero di esplodere per un nuovo, incredibile, traguardo raggiunto!

 

 

Con lo stesso risultato, ad occhiali, anche la Juve Stabia va’ avanti, a discapito del Catania, costretto a giocare in dieci uomini per più di un’ora, a causa dell’espulsione di Parisi, per doppia ammonizione. Nonostante l’inferiorità numerica, gli etnei hanno il merito di rimanere in partita, incutendo paura alla Juve Stabia nei secondi finali. Per le Vespe di mister Carboni ora doppia sfida con la Reggiana.

 

 

 

Danilo Ciancio

Related posts

“E’ successo in…” – 6^ Giornata

admin

“E’ successo in…” – 1^ Giornata

admin

“E’ successo in…” – 4^ giornata

admin