Con il ritorno dei Quarti di Finale dei playoff di Lega Pro, le squadre del girone C escono tutte di scena: le ultime due rimaste, Lecce e Cosenza, sono costrette a cedere il passo rispettivamente all’Alessandria e al Pordenone.

Il Lecce, perdendo soltanto ai rigori (5-4) fuori casa, concede ai piemontesi il pass per la semifinale, dopo l’1-1 dell’andata: lo 0-0 regge infatti per tutto l’arco dei 120′, dopo una partita in cui le squadre, affrontandosi a viso aperto, si sono equivalse,, anche se le migliori occasioni capitano sui piedi dei giocatori giallorossi, Caturano e Doumbia ma in entrambi i casi è bravo il portiere Vannucchi, a chiudere lo specchio della porta. Nei supplementari, un palo per parte, di Mancosu ed Evacuo, conducono la sfida ai calci di rigore, dove decisivi sono gli errori di Ferreira e Ciancio, per gli ospiti, mentre l’ex Pescara Nicco sigla il penalty decisivo. Per l’Alessandria, ora, la sfida in semifinale sarà contro la Reggiana, mercoledì 14 giugno alle 20.30.

Serata amara anche al “San Vito – Gigi Marulla” di Cosenza, dove i rossoblu giocano una partita di grande personalità, ma non riescono a superare il muro dei Ramarri, eretto a difesa del vantaggio di misura, ottenuto all’andata con il gol di Semenzato; grazie a quel risultato, il Pordenone festeggia il passaggio del turno. Certo, al Cosenza è mancato solo il gol, dimostrando comunque di poter competere alla pari contro formazioni più quotate, come, sulla carta, si presentavano i friulani. I Lupi escono a testa alta dai playoff davanti ad undicimila spettatori, in uno stadio che sicuramente aspettava solo il gol per esplodere. Letizia, Mendicino e Blondett provano fino alla fine a superare Tomei, ma purtroppo lo 0-0 rappresenta una condanna ad un altro anno di Lega Pro, mentre il Pordenone giocherà la semifinale contro il Parma martedì 13 giugno alle 20.30.

 

Danilo Ciancio

Related posts

Ricci: “In casa troppi punti persi”

admin

Braglia nel post-gara: “Non è la prima volta da ex, ma se perdo mi girano…”

admin

Claudio Ranieri, un giallorosso internazionale – L’Intervista

admin