Sala Stampa

“Superiori al Potenza”: le parole di Auteri

banner

Schiuma rabbia e delusione Gaetano Auteri e non potrebbe essere altrimenti, al termine della gara pareggiata con il Potenza che chiude il sipario sulla stagione con l’eliminazione del Catanzaro dai playoff. Delusione e amarezza, sì, ma soddisfazione per la prova della squadra, a tratti “superiore al Potenza”, stando alle parole del mister nel post-partita. Chissà che – aggiungiamo noi – Auteri non abbia colto l’occasione, in queste ore, per fare analisi introspettiva e autocritica per un progetto tecnico biennale naufragato definitivamente, questa sera. Futuro lontano da Catanzaro? Non è dato saperlo al momento, ma tutto induce a valutare questa ipotesi.

“Siamo usciti immeritatamente, abbiamo preso un gol assurdo, molto fortuito, frutto di un rimbalzo strano, non è da definirsi neanche una ‘conclusione’ in porta! Avevamo creato noi i presupposti per passare in vantaggio e stavamo facendo la partita che dovevamo fare, poi nel secondo tempo siamo cresciuti, anche fisicamente – sostiene il trainer -. Abbiamo pareggiato alla fine, ma anche prima avevamo creato i presupposti. Un attimo prima potevamo passare in vantaggio con Di Piazza e un attimo dopo c’è stata la grande occasione con Kanoute per pareggiare e alla lunga avremmo vinto. Abbiamo dimostrato di poter essere superiori al Potenza, che va’ avanti. È un peccato, la squadra ha dato tutto”.

Proseguendo nella sua analisi, Auteri osserva: “Nel primo tempo abbiamo avuto diverse occasioni, rischiando solo in una situazione in cui abbiamo regalato palla, mentre loro hanno trovato questo gol senza aver mai creato reali pericoli. Nel secondo tempo è stata una partita monotematica con il Potenza che pensava a perdere tempo e interrompere il gioco – conclude -. Sa avessimo pareggiato con Bianchimano in quella circostanza, i venti minuti finali per loro sarebbero stati di fuoco”.

Related posts

Martinelli suona la carica: “Anche noi abbiamo frecce al nostro arco”

admin

Aquile, strada più ardua del previsto: l’analisi di Grassadonia

admin

Auteri non fa drammi: “Giusto il pareggio”

admin