Comunicati Ufficiali Il Punto Primo Piano Sport 360

Sviluppi inchiesta “Dirty Soccer”, parla l’avvocato Rondinelli

banner
L'avvocato Sabrina Rondinelli
L’avvocato Sabrina Rondinelli

“Apprendo in questi minuti un grave allarmismo a Catanzaro e non solo per un articolo apparso oggi da un Quotidiano Nazionale, seppur vero che ieri è stato notificato l’Avviso delle Conclusioni indagini, come riportato, non è vero però l’iter costruito nell’articolo, è vero che la Procura contesta al Catanzaro la responsabilità non solo oggettiva (per i fatti contestati all’ex DS Ortoli e a Domenico Giampà) anche quella diretta, ma è una responsabilità diretta correlata alla violazione dell’omessa denuncia e non responsabilità diretta per illecito sportivo, la sanzione più grave nelle peggiori delle ipotesi è un ammenda di 30 mila euro e l’inibizione del Presidente”.

Queste le parole del legale dell’US Catanzaro, l’avvocato Sabrina Rondinelli, intervenuta per precisare in merito alle notizie inerenti al coinvolgimento del sodalizio giallorosso nell’ambito dell’inchiesta “Dirty Soccer”, diramate precedentemente.
“Semmai quello che è più preoccupante è la contestazione della responsabilità oggettiva per i fatti contestati indirettamente al Catanzaro, dove si rischiano penalizzazioni in classifica, solo per il fatto che i due tesserati potrebbero essere sanzionati. E’ evidente, che spero che i colleghi, che sono degli ottimi Avvocati Penalisti, che assistono i due tesserati, possano dimostrare l’estraneità dei fatti dei loro assistiti, in modo da evitare questo tipo di responsabilità della nostra Società con penalizzazioni in classifica. La Società del Catanzaro e il Presidente Cosentino, che al momento sono estranei dall’inchiesta Penale condotta dalla DDA di Catanzaro, come ribadito in sede alla Procura Federale si è sempre dimostrata rispettosa delle regole dell’Ordinamento Federale, ricordo a quelli che in queste ore lo stanno dimenticando volutamente o non che la Società del Catanzaro fin dall’inizio della Presidenza Cosentino, ha avuto sempre un’ampia collaborazione con gli uffici di Procura e quelli Federali, come può essere dimostrato dal Processo Penale di Contrattopoli, dove per la prima volta una società ha denunciato degli illeciti compiuti e il Catanzaro si trova parte offesa. Da ieri io e i miei collaboratori siamo già al lavoro per difendere non solo la Società del Catanzaro e il Presidente che indirettamente viene chiamato in causa, ma anche la sua Gloriosa Storia che in questo momento è stata gravemente colpita”.

Related posts

SI GIOCA CONTRO… La Viterbese

admin

Ufficiale: ceduto De Giorgi

admin

SI GIOCA CONTRO… Il Foggia

admin