Partite Primo Piano

Un buon Catanzaro si arrende al Foggia: finisce 1-2

banner
Il Foggia si impone al “Ceravolo” per 1-2. Al Catanzaro va’ l’onore delle armi, al termine di una partita intensa, giocata in difesa, senza esclusione di colpi provando anche ad attaccare. Le palle gol migliori, forse, sono capitate ai giallorossi che purtroppo hanno ceduto sotto il profilo mentale, non tattico. Alla rete dello 0-1 di Di Piazza è seguita subito quella di Mazzeo, che poteva generare una goleada. Evidentemente questo l’unico vero momento nel quale è emerso il divario tra le due squadre. I numeri parlano chiaro: sono trenta le reti subite dall’US nei secondi tempi delle partite e ben dodici nell’ultimo quarto d’ora. Bisogna migliorare e stare più concentrati.
Mister Erra nel consueto 4-4-2 cambia solamente i terzini rispetto alla partita vinta con il Catania. Ci sono Esposito e Patti, al posto di Pasqualoni (tenuto a riposo) e di Sabato, affaticato.
Si attendeva un match votato al sacrificio e così è stato. Tuttavia, il primo sussulto è dei padroni di casa. Al 2′ punizione di Giovinco, testa di Sarao e pallone che sfiora il palo. Giallorossi vicinissimi al vantaggio. Proprio il centravanti giallorosso appare affamato di gol e nella foga viene ammonito. Non ci mette molto il Foggia a prendere terreno e costringere l’US nella propria metà campo. Al 14′ Pillitteri annullata un gol a Mazzeo per fuorigioco. Al 27′ deviato in angolo il destro di Vacca dal limite. Minuto 35, lancio per Sarao, Guarna esce male e respinge, Mancosu raccoglie la sfera e prova a porta sguarnita, ma finisce alto, proprio come il tentativo dalla distanza di Rubin, poco dopo.
Inizia la ripresa e c’è una grande chance per Giovinco che, al 54′, lanciato da Icardi, colpisce debolmente ed è facile per Guarna. Al 60′ Cunzi prende il posto di un volenteroso Mancosu. Gli uomini di Stroppa tengono le redini della manovra, come era prevedibile. Occasionissima per i pugliesi al 72′ con Di Piazza che, da posizione ottima, calcia alto! Data la circostanza, Erra inserisce Carcione per Van Ransbeeck, autore di un’altra buona prova. Al 77′ il vantaggio del Foggia: cross di Chiricò (appena entrato) e Di Piazza scavalca De Lucia di testa, lasciato solo in area, dalla difesa giallorossa. La gara di Cunzi dura appena un quarto d’ora, costretto a lasciare il campo a Basrak, per un colpo; di conseguenza, Icardi passa a sinistra. All’81‘ i Satanelli raddoppiano con Mazzeo che scatta sul filo del fuorigioco e infila De Lucia. C’è il timore che gli ospiti, una volta messa al sicuro la pratica, possano dilagare, ma non è così: lampo di Maita all’84‘ che dal limite accorcia le distanze con un gran destro. Il Catanzaro ci crede e rischia di pareggiare su una punizione di Giovinco, ma Sirri e Basrak si ostacolano incredibilmente nell’area piccola. Nel recupero il Foggia potrebbe fare tris, ma Chiricò centra in pieno il palo. Non succede altro, Pillitteri di Palermo fischia la fine. Vince il Foggia 2-1, ma il “Ceravolo” applaude i giallorossi per la grinta e l’impegno.
Testa immediatamente al “Granillo” di Reggio, per l’incrocio di fuoco che vale una stagione. Nel frattempo il Foggia, spera in un regalo da parte della Juve Stabia, nel posticipo: la Serie B è vicina.
 
Ferdinando Capicotto

Related posts

Sport 360 – Catanzaro C5 Stefano Gallo, pesante 0-4 con l’Augusta

admin

Il Catanzaro non sa più vincere: col Rende è solo 1-1

admin

Catanzaro VS Casertana – LE FOTO

admin