Calcio Mercato Il Punto Primo Piano

US, Donnarumma lavora per un colpo… Mancino

banner
(foto: Resport.it)
(foto: Resport.it)

Dopo la sfortunata eliminazione contro il Lecce al “Via Del Mare”, solo ai calci di rigore, il Catanzaro ha fatto ritorno in Sila per proseguire ed ultimare la preparazione, restandovi fino a sabato 8.

Il DG Carmine Donnarumma avrà sicuramente tratto le sue conclusioni dall’incontro con i salentini, anche in veste mercato. In uscita, dopo la cessione del terzino sinistro Di Chiara in prestito al Foggia, si lavora anche per Barraco, Caputa e forse Martignago che, presumibilmente, non rientrano nei piani di Mister D’Urso, non essendo neanche in panchina nella gara di Tim Cup.

Il Direttore Generale valuta anche i possibili innesti per rinforzare la rosa. Potrebbe essere in dirittura d’arrivo la trattativa che porterebbe sui Tre Colli Nicola Mancino, trentuno anni, svincolato. Il calciatore napoletano è un centrocampista che nel 3-5-2 potrebbe ricoprire il ruolo di interno. La sua carriera è iniziata a Napoli, dove nella stagione 2002-2003 in B ha ottenuto due gettoni, prima del trasferimento a gennaio in C2 a Latina dove è stato impiegato cinque volte. Buono il campionato con il Teramo, appena ventenne, l’anno della promozione in cadetteria dei giallorossi. Due gol in ventotto partite che gli sono valse la chiamata della Ternana proprio in B. Con i rossoverdi solo quattro partite in un campionato e mezzo, perché nel mercato invernale del 2006 è passato alla Lucchese in C1. Solo una presenza con i toscani.

Donnarumma_allenamento_mercato_villaggio palumboDa quel momento in poi, Mancino ha iniziato a giocare con una certa continuità con Martina, Foggia e Siracusa in Prima Divisione. Quattro reti in trentatré presenze con i biancoazzurri pugliesi da agosto 2006 a dicembre 2007. A gennaio 2008, acquistato dai Satanelli, va a segno una volta in tredici gare. Ben sessantasei le gare disputate con i rossoneri nei due campionati successivi incorniciate da sei gol. Con i siciliani invece supera la doppia cifra arrivando a quota dodici in venticinque partite (quasi una rete ogni due gare). L’ottimo torneo gli è valso il nuovo approdo in B con il Grosseto, stavolta da giocatore più maturo. Con biancorossi in due campionati ha realizzato quattro reti (in trentacinque partite). Approdato alla Casertana in Seconda Divisione, ecco la promozione nel 2013-2014 condita da ben undici gol. Sei le realizzazione in ventotto presenze nel passato torneo di Lega Pro.

Dunque, numeri alla mano il possibile arrivo di Mancino garantirebbe un salto di qualità notevole ad una rosa che ha dimostrato a Lecce di essere già sulla retta via. Sono comunque possibili sorprese dietro l’angolo nelle imprevedibilità del calciomercato.

 

Ferdinando Capicotto

 

Related posts

Il ritorno alle origini: torna la denominazione “US 1929”

admin

“Il Protagonista” – Manuel Daffara, cuore e generosità

admin

Ora è ufficiale: Razzitti è giallorosso

admin