Il Punto Interviste Partite Primo Piano

Vittoria scacciacrisi con il Taranto: 3-1 e buon Catanzaro

banner

Catanzaro_TarantoVittoria importante per il Catanzaro al “Ceravolo” con il Taranto. 3-1 finale figlio di una gara senza molta storia che i giallorossi hanno chiuso praticamente nel primo quarto d’ora con due gol. Undicesimo successo casalingo contro i pugliesi nella storia. Nella ripresa dopo la prima rete in campionato di Giovinco le aquile potevano anche dilagare ed invece è giunta la segnatura degli ospiti su calcio d’angolo. La solita disattenzione su calcio da fermo. Peccato per la chance fallita da Cunzi, il migliore in campo, applaudito dai tifosi. Ancora a secco il folletto. Ha esordito nel finale anche Basrkak, unico calciatore oltre i portieri di riserva a non aver ancora giocato. Si sta vedendo l’importanza di avere Carcione in cabina di regia e Baccolo in buona forma.

Mister Somma ripropone lo stesso undici iniziale di Agrigento con l’eccezione di Esposito al posto di Pasqualoni. Grandi in porta; Di Bari, Prestia e Patti in difesa; Esposito, Carcione, Roselli e Sabato a centrocampo; Baccolo dietro il duo “mini” Giovinco-Cunzi.

Dopo 10 minuti di sbadigli contropiede di Baccolo che serve Cunzi; il folletto è atterrato in area di rigore ed il direttore di gara assegna il penalty. Dal dischetto Carcione batte Maurantonio. Le aquile sono in vantaggio. Poco prima Sabato si fa male al ginocchio ed é costretto ad uscire. Al suo posto Pasqualoni. Al 13′ Di Bari concede il bis proprio come con l’Andria. In un quarto d’ora i giallorossi sono avanti 2-0. Non succede nulla fino al 30′ quando Bollino viene ammonito per simulazione non sfruttando una pericolosa incursione. Poco dopo destro De Giorgi a lato. Al 40′ Lo Sicco impegna Grandi con un tiro dalla distanza. Dalla parte opposta Carcione conclude a lato. Destro di Giovinco alle stelle che fa infuriare il “Ceravolo”. La scena si ripete su una punizione al 44′.  Termina il primo tempo dopo due minuti di recupero.

Importante intervento di Patti su Bollino in apertura di ripresa. Conclusione di Garcia fuori. Al 49′ Giovinco manda la sfera sopra la traversa. Contropiede di Cunzi per Giovinco che calcia ancora fuori misura. Al 53′ si sblocca Giovinco con un sinistro dopo essersi liberato in mischia. Ad esultare con il 10 del Catanzaro anche tutta la panchina a testimonianza dell’importanza del gol. Domina il Catanzaro. Cross di Cunzi per Giovinco che a volo spedisce fuori. Al 65′ Balzano calcia alto. Al 68′ Pasqualoni salva sulla linea da angolo. Al 73′ arriva il gol del Taranto con Balistreri su corner. Due minuti dopo Roselli scarta due uomini e serve Cunzi solo che tira e Maurantonio  manda in angolo. Grossa chance fallita dai giallorossi per richiudere il match. Ci prova Balzano ma la conclusione è a alta. Al 90′ palo di Magnaghi. Finisce dopo quattro minuti di recupero.

Era importante ottenere il successo in vista della proibitiva trasferta di Matera. L’US deve continuare su questa strada, senza illudersi, ma essere consapevole dei propri mezzi. La rosa non ha un valore scadente, ma se la può giocare con la maggior parte delle compagini del girone.

Ferdinando Capicotto

Related posts

De Risio e Nicoletti in cattedra, Di Gennaro salva nel finale – Le Pagelle

admin

Grandi: “Iniziamo a non lasciare per strada punti importanti”

admin

Ho incontrato un Campione. L’intervista a Gennaro Gattuso

admin